Focus

Il documento informatico e la firma digitale nel processo telematico

Sommario

Il documento scritto e la sottoscrizione | Le norme del documento digitale nel processo | Come avviene la firma digitale | L'originale del documento informatico non esiste: l'impronta di hash | Una firma non è per sempre! La conservazione | La posta elettronica certificata | In conclusione |

 

Il processo telematico trasferisce nel modo immateriale le modalità “tradizionali” (cartacee) della registrazione, conservazione e trasmissione di atti, verbali e registri. I registri diventano registrazioni in database, le comunicazioni e notificazioni diventano messaggi di posta elettronica certificata, i documenti (atti, verbali) diventano documenti informatici. La trasposizione non è semplice, le norme non sempre sono omogenee, le nozioni extra-legali necessarie per interpretarle non sono altrettanto diffuse, la coerenza di applicazione è a volte inesistente e le norme si affastellano l'una sull'altra, rendendo il quadro ancora più confuso. Conoscere come nasce il concetto di documento informatico (e cos'è il documento tout court) è quindi essenziale per chi deve affrontare il processo telematico e gli incidenti che inevitabilmente si producono, con un minimo di apparato teorico da cui partire per l'approfondimento del caso.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >