Giurisprudenza commentata

Anche la nullità della notificazione telematica impedisce la tempestiva ulteriore rinnovazione dell’incombenza ex art. 291 c.p.c.

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La notificazione telematica di un atto (o provvedimento) processuale, eseguita ad un indirizzo PEC errato (in quanto attualmente non riferibile all’effettivo destinatario), è nulla e la sua invalidità – se verificatasi in sede di rinnovazione – preclude di reiterare ulteriormente la notifica.

Leggi dopo