Giurisprudenza commentata

Domanda di ammissione al passivo via PEC e conoscenza della pendenza del giudizio interrotto

Sommario

Massima | Il caso | L'evoluzione giurisprudenziale successiva al ricorso | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni: il valore legale della PEC | La tesi del Fallimento | Le regole di funzionamento e il valore legale riconosciuto dalla normativa alle istanze trasmesse a mezzo PEC | Il Progetto di Stato Passivo trasmesso a mezzo PEC | Conclusioni |

 

La dichiarazione di fallimento di una delle parti determina l'automatica interruzione del processo, con termine trimestrale per la sua riassunzione decorrente dalla data della conoscenza legale dell'evento, che ne ha causato l'interruzione, estesa, per la Curatela fallimentare, anche alla conoscenza della pendenza del processo.

Leggi dopo