Giurisprudenza commentata

Gli atti trasmessi con l’applicativo TIAP sono utilizzabili per la decisione del giudizio abbreviato

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Gli atti contenuti nel sistema ministeriale TIAP, trasmessi dal pubblico ministero al giudice a sostegno di una richiesta di rinvio a giudizio e visualizzabili dalle parti con le modalità regolamentate dai protocolli d’intesa stipulati tra gli uffici giudiziari e gli organismi rappresentativi dell’avvocatura, sono pienamente utilizzabili dal giudice per la decisione, anche del successivo giudizio abbreviato richiesto dall’imputato, perché fanno parte del corredo processuale, dovendo ritenersi conosciuti dalle parti.

Leggi dopo