Giurisprudenza commentata

L'istanza di rinvio per impedimento trasmessa con fax o con PEC non è irricevibile o inammissibile

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La richiesta di rinvio dell'udienza per legittimo impedimento, inviata a mezzo telefax in cancelleria, non è irricevibile né inammissibile, ma l'utilizzo di tale non regolare modalità di trasmissione comporta, per la parte che intenda dolersi dell'omesso esame della richiesta, l'onere di accertarsi del regolare arrivo del fax e del suo tempestivo inoltro al giudice procedente.

Leggi dopo