News

Possibile il deposito disgiunto di relata di notifica e copia analogica con attestazione di conformità

Il fatto. In un contenzioso innanzi alla Cassazione relativo alla dichiarazione di inefficacia di un atto con cui era stato costituito un fondo patrimoniale, i Giudici esaminano preliminarmente la questione della procedibilità del ricorso poiché il ricorrente ha prodotto copia autentica della sentenza impugnata che gli è stata notificata, senza la relata di notificazione.

 

Possibile il deposito disgiunto. I Giudici danno seguito al principio secondo cui, nell’ipotesi in cui il ricorrente si limiti a produrre copia autentica della sentenza impugnata senza la relata di notificazione, il ricorso per cassazione deve essere dichiarato improcedibile, restando possibile evitare la declaratoria di improcedibilità soltanto attraverso la produzione separata di una copia con la relata avvenuta nel rispetto dell’art. 372, comma 2, c.p.c., applicabile estensivamente, purché entro il termine di cui all’art. 369, comma 1, c.p.c..  
Tuttavia, rilevano i Giudici che nel caso in esame non è stata tempestivamente prodotta l’attestazione di conformità, corredata da sottoscrizione autografa, di documenti informatici comprovanti la notifica a mezzo PEC della sentenza impugnata, né sono stati rinvenute successive produzioni della parte idonee a sanare tale omissione.
Alla luce di ciò, i Giudici dichiarano improcedibile il ricorso.

Leggi dopo