News

Sul perfezionamento e la tempestività del deposito telematico dell’atto processuale

 

La Corte di Cassazione ha ribadito che il deposito telematico degli atti processuali si perfeziona quando viene emessa la seconda PEC, ovvero la ricevuta di avvenuta consegna, da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della giustizia. Inoltre, ferma l’applicabilità delle disposizioni di cui all’art. 155 c.p.c., commi 4 e 5, il deposito è tempestivamente effettuato anche quando la ricevuta di avvenuta consegna viene generata entro la fine del giorno di scadenza.

Leggi dopo