Bussola

Esecuzioni immobiliari (PCT)

05 Maggio 2016 |

Sommario

Inquadramento | Il pignoramento immobiliare | L'iscrizione a ruolo del procedimento | Contenuto della nota di iscrizione a ruolo e relativi allegati | L'istanza di vendita | Il procedimento esecutivo dinnanzi al giudice dell'esecuzione: pubblicità, vendita e distribuzione del ricavato |

 

Il pignoramento immobiliare è disciplinato dagli artt. 555 ss. c.p.c. oltre che dalle disposizioni applicabili in tema di espropriazione forzata in generale. La presente trattazione analizzerà l'istituto con particolare riferimento ai profili “telematici” dell'espropriazione immobiliare partendo quindi dall'art. 16-bis, comma 2, d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, conv. in l. 17 dicembre 2012, n. 221 sino agli ulteriori aspetti su cui sono intervenuti il d.l. 12 settembre 2014, n. 132, conv. in l. 10 novembre 2014, n. 162 ed il d.l. 27 giugno 2015, n. 83, conv. in l. 6 agosto 2015, n. 132. Tali importanti novelle legislative hanno inciso profondamente sulla disciplina del pignoramento immobiliare, sia con riferimento alla “telematizzazione” della procedura – su cui ci si soffermerà nella presente sede – sia sulle modalità di vendita del bene oggetto dell'esecuzione, prediligendo in virtù dell'art. 503 c.p.c. la vendita senza incanto. Come noto il legislatore con il d.l. 27 giugno 2015, n. 83, conv. in l. 6 agosto 2015, n. 132, per assicurare maggiore celerità e efficacia dell'esecuzione immobiliare, ha infatti previsto che la vendita senza incanto possa essere espletata ad un prezzo inferiore rispetto a quello determinato dal giudice ai sensi dell'art. 568 c.p.c., modificando nel co...

Leggi dopo