Bussola

Firme

Sommario

Inquadramento | Le tipologie di firma ed i procedimenti telematici | La firma CADES - BES | La firma PADES-BES | La firma XADES-BES | Gli standard di firma nei procedimenti telematici |

 

La firma digitale viene definita dall’art. 1 del Codice dell’Amministrazione Digitale (recentemente modificato dal d.lgs. 26 agosto 2016 n. 179) come «un particolare tipo di firma qualificata basata su un sistema di chiavi crittografiche, una pubblica e una privata, correlate tra loro, che consente al titolare tramite la chiave privata e al destinatario tramite la chiave pubblica, rispettivamente, di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l'integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici». A sua volta la firma elettronica qualificata è definita dal Reg. eIDAS (Regolamento UE, 23 luglio 2014, n. 910) come «una firma elettronica avanzata creata da un dispositivo per la creazione di una firma elettronica qualificata e basata su un certificato qualificato per firme elettroniche». La firma digitale, quindi, rientra nel novero delle firme elettroniche qualificate che, a propria volta, rappresentano una tipologia di firma elettronica avanzata. Tale ultima categoria di sottoscrizione elettronica raccoglie quelle firme (tra cui anche la firma digitale) in grado di incorporare, in virtù dei requisiti prescritti dall’art. 26 Reg. eIDAS, le seguenti caratteristiche: a) connessione univoca al firmatario; b) idoneità all’identificazione del firmata...

Leggi dopo