Bussola

Giustizia Predittiva

Sommario

Giustizia predittiva - Nozione e contenuti - Limiti | Giustizia prevedibile – L’indagine sui precedenti. | Giustizia prevedibile e nuove tecnologie | Giustizia predittiva e nuove tecnologie | Giustizia prevedibile ed esperienze concrete | Conclusioni | Note |

 

Per giustizia predittiva si intende comunemente la possibilità per un operatore di prevedere l’esito delle controversie. In alcuni casi, tale possibilità è collegata all’uso di algoritmi o formule matematiche (1); in altri casi, essa si fonda su indagini di tipo statistico, il cui risultato rappresenta il “probabile esito” del giudizio, sulla base della soluzione adottata dalla giurisprudenza in casi simili già risolti. Secondo quest’ultima accezione, è più appropriato parlare di “giustizia prevedibile” (2). In entrambi i casi, l’aspirazione che anima l’interprete è quella di garantire, oltre ad una maggiore celerità di risposte giudiziarie, anche la certezza del diritto e la stabilità delle decisioni; nel caso della predittività affidata all’uso di algoritmi o formule matematiche, vi è anche sottintesa l’esigenza di liberare il giudizio dalle possibili declinazioni soggettive del verdetto, dagli umori del giudicante, affidando nei casi più estremi il compito di decidere ad una macchina (per definizione immune da sentimenti). La predittività fondata su formule algebriche o matematiche ha radici abbastanza lontane e viene ripresa di tanto in tanto (3), ma ha suscitato e continua a suscitare nell’ambito scientifico ed in quello degli operatori del diritto molte perplessità, tant...

Leggi dopo