Focus

Focus su Deposito telematico (PCT)

Mancata accettazione del deposito telematico degli atti: il punto su normativa e giurisprudenza

26 Febbraio 2019 | di Giulia Messina

Deposito telematico (PCT)

L'articolo prende in esame le possibili anomalie cui incorre il depositante nell'inoltro di un atto telematico, approfondendo la normativa e la giurisprudenza di riferimento. Viene esaminata la sentenza della Suprema Corte n. 9772/2016, pronuncia fondamentale per larga parte della giurisprudenza di merito in quanto stabilisce la linea guida per verificare se in caso di errore prodotto dal sistema nel deposito dell'atto, il giudice possa accogliere l'istanza di rimessione in termini. Nell'indagare le tre tipologie di errore che il sistema genera e le conseguenze che da questi errori derivano, viene enucleata una casistica che nella pratica consente di individuare ciò che può generare il messaggio di errore nel sistema, nonché le soluzioni che l'operatore del diritto può cercare e che gli consentano di richiedere ed ottenere la sanatoria degli effetti del deposito dell'atto, viziato da errore.

Leggi dopo

Deposito dell'atto di riassunzione nel processo telematico: profili normativi, giurisprudenziali e operativi

22 Novembre 2017 | di Fabrizio Testa

Deposito telematico (PCT)

La modalità di deposito, telematica o cartacea, dell'atto di riassunzione del processo è ancora oggetto di acceso dibattito. L'Autore esamina in dettaglio la questione, inquadrandola dal punto di vista normativo, articolando le diverse fattispecie, ripercorrendo i contrastanti arresti giurisprudenziali, suggerendo soluzioni prudenziali e indicando i profili tecnico-operativi.

Leggi dopo

Guida pratica alle impugnazioni telematiche

29 Settembre 2017 | di Emanuele Forner

Deposito telematico (PCT)

Un quadro completo e pratico delle operazioni inerenti il promovimento di un’impugnazione civile per via informatica.

Leggi dopo

Circolari ministeriali sul PCT

21 Gennaio 2016 | di Paolo Rizzi

Deposito telematico (PCT)

Per effetto della portata nella novità derivata dalla generalizzata attribuzione del valore legale ai depositi telematici degli atti e dei provvedimenti degli avvocati e dei magistrati, oltre che dei consulenti, esperti e professionisti nominati nell’ambito delle procedure esecutive e concorsuali, la Direzione degli Affari Generali del Ministero della Giustizia ha ritenuto di impartire alcune direttive circa gli «adempimenti di cancelleria relativi al Processo Civile Telematico», con circolare del 27 giugno 2014, poi integrata e sostituita dalle successive circolari DAG del 28 ottobre 2014 e del 23 ottobre 2015.

Leggi dopo