Focus

Focus

Emergenza COVID – 19: misure urgenti in materia di giustizia amministrativa

20 Marzo 2020 | di Francesco Oliverio

Decreto Cura Italia_G.U. n. 70-2020.pdf

Informatica giuridica e processo telematico

Con il d.l. 17 marzo 2020, n. 18 il Governo ha adottato ulteriori misure urgenti per contenere gli effetti negativi che l'emergenza epidemiologica sta producendo. Tra queste misure, ve ne sono alcune volte a tutelare il corretto funzionamento della giustizia e, per ciò che attiene alla giustizia amministrativa, viene in rilievo l’art. 84.

Leggi dopo

Udienza a distanza ai tempi del coronavirus

19 Marzo 2020 | di Daniele Grunieri

Informatica giuridica e processo telematico

Il legislatore è intervenuto per contrastare l'emergenza epidemiologica da COVID-19. In particolare, ha ritenuto la straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni per contrastare tale emergenza sanitaria. ll presente Focus opera una ricognizione di come l’operatore stia cercando di orientarsi in questa delicata fase.

Leggi dopo

Le disposizioni del d.l. “Cura Italia” sull’emergenza covid-19, con particolare riguardo alle notifiche telematiche

18 Marzo 2020 | di Luigi Giordano, Roberto D'Auria

Decreto Cura Italia_G.U. n. 70-2020.pdf

Notifiche telematiche (PPT)

Il d.l. n. 18/2020 all’art. 83, prevede una disposizione intitolata “Nuove misure urgenti per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e contenerne gli effetti in materia di giustizia civile, penale, tributaria e militare”.

Leggi dopo

Disegno di legge delega per l’efficienza del processo penale: disposizioni su deposito telematico degli atti e notificazioni

04 Marzo 2020 | di Luigi Giordano

art. 121 cod. proc. pen.

DDL recante deleghe al Governo per l’efficienza del processo penale.pdf

Notifiche telematiche (PPT)

Il Consiglio dei Ministri, in data 13 febbraio 2020, ha approvato il “Disegno di legge recante deleghe al governo per l’efficienza del processo penale e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari pendenti presso le corti d’appello”. Una delle disposizioni principali è l’art. 2, intitolato “Disposizioni per l’efficienza dei procedimenti penali e in materia di notificazioni”, che contiene una serie di previsioni rilevanti in vista dell’attuazione del processo penale telematico.

Leggi dopo

La giustizia predittiva

25 Febbraio 2020 | di Andrea Giordano

Giustizia Predittiva

La giurisprudenza del Consiglio di Stato ha avallato l'impiego di algoritmi in sede di decisioni pubbliche, così aprendo agli orizzonti della ‘giustizia predittiva' e, con questa, di un diritto auspicabilmente ‘certo'.

Leggi dopo

Indagini informatiche e acquisizione dei file: accertamento o rilievo?

21 Febbraio 2020 | di Cesare Parodi

Portale notizie di reato (PPT)

Le modalità di acquisizione dei file individuati nell'ambito di perquisizioni informatiche possono essere determinate in relazione alla effettiva utilizzabilità- spesso decisiva- degli stessi. In questo senso è indispensabile verificare l'effettiva natura dell'attività in oggetto e se – conseguentemente - debba essere applicata la procedura degli accertamenti tecnici irripetibili ex art 360 c.p.p. o se siano sufficiente l'attività delegata alla P.G.

Leggi dopo

Le attestazioni di conformità del difensore nella disciplina speciale sul processo civile telematico

12 Febbraio 2020 | di Ileana Fedele

Attestazioni di conformità

L'autore delinea le specifiche fattispecie in cui può esplicarsi il potere di autentica del difensore (e di altri soggetti qualificati) nel processo civile telematico, per poi illustrare le modalità espressamente previste per procedere a tali attestazioni secondo la disciplina speciale rispetto a quella prevista dal c.a.d. In chiusura, un breve cenno ai conseguenti riflessi applicativi nel giudizio in Cassazione, ove l'esigenza di “convertire” il documento informatico nel tradizionale supporto cartaceo attraverso l'attestazione di conformità della copia analogica all'originale digitale è (almeno allo stato), per così dire, strutturale, dal momento che non è ancora ammesso il deposito telematico.

Leggi dopo

Confermata la validità del registro INI-PEC per la notifica a mezzo PEC

18 Dicembre 2019 | di Sara Caprio

Pubblici elenchi (PCT)

La Corte di Cassazione, dopo aver inizialmente dichiarato non attendibile il registro INIPEC, torna sui propri passi e, tramite il procedimento di correzione di errore materiale, ribadisce la piena e – si spera – definitiva validità delle notifiche telematiche effettuate utilizzando indirizzi estratti dal registro INIPEC. Tale registro, infatti, secondo la normativa vigente, è uno dei pubblici elenchi validi in cui sono contenuti gli indirizzi di posta elettronica certificata di professionisti ed imprese dai quali tali indirizzi possono essere estrapolati per effettuare le notifiche telematiche.

Leggi dopo

Attacchi informatici via PEC

10 Dicembre 2019 | di Luca Sileni

PEC

Il sempre maggior utilizzo della Posta Elettronica Certificata nel nostro Paese, ha condotto a un importante incremento del numero di attacchi informatici portati e perpetrati attraverso tale strumento. Con questo Focus ci si pone l’obiettivo di individuare e descrivere le principali tipologie di attacchi che hanno interessato e interessano a tutt’oggi questo strumento, ciò al fine di aiutare il Professionista a riconoscere ed evitare possibili infezioni o perdite di dati.

Leggi dopo

Requisiti di validità delle notificazioni telematiche in proprio ex lege n. 53/1994

12 Novembre 2019 | di Ileana Fedele

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La disciplina delle notifiche eseguite in proprio dagli avvocati ai sensi della l. n. 53/1994 prevede uno speciale regime di nullità. L'autore, partendo dalla disamina dei requisiti prescritti dalle disposizioni in materia, analizza le fattispecie affrontate dalla giurisprudenza di legittimità per ricostruire i principi fondanti che hanno orientato le prime applicazioni della normativa speciale, a partire dalla sanatoria per raggiungimento dello scopo, non senza dare conto delle ipotesi che, per converso, hanno condotto alla declaratoria di invalidità per violazione del diritto di difesa o potenziale pregiudizio per la decisione finale.

Leggi dopo

Pagine