Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Incostituzionale la limitazione alle ore 21,00 della notificazione telematica

10 Aprile 2019 | di Michele Nardelli

Corte Cost.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

“È costituzionalmente illegittimo l’art. 16-septies del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, nella parte in cui prevede che la notifica eseguita con modalità telematiche la cui ricevuta di accettazione sia generata dopo le ore 21 ed entro le ore 24, si perfeziona per il notificante alle ore 7 del giorno successivo, anziché al momento di generazione della predetta ricevuta”.

Leggi dopo

Notificazione telematica di un atto processuale in formato diverso dal PDF: a quali condizioni resta valida?

14 Marzo 2019 | di Andrea Ricuperati

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

L’irritualità della notificazione via PEC di un atto (o provvedimento) processuale non comporta la nullità della medesima, quando il suo destinatario abbia comunque avuto piena conoscenza di quanto notificato.

Leggi dopo

I pubblici registri utilizzabili per la notifica telematica: la Cass. n. 3709/2019 e i profili problematici

07 Marzo 2019 | di Giuseppe Vitrani

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Il domicilio digitale corrisponde all'indirizzo PEC che ciascun avvocato ha indicato al Consiglio dell'Ordine di appartenenza e che è inserito nel ReGindE gestito dal Ministero della giustizia. Solo questo indirizzo è qualificato ai fini processuali ed idoneo a garantire l'effettiva difesa, sicché la notificazione di un atto giudiziario ad un indirizzo PEC riferibile alla parte personalmente o al difensore, ma diverso da quello inserito nel ReGindE, è nulla, restando del tutto irrilevante la circostanza che detto indirizzo risulti dall'INI-PEC. Questo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 3709/2019.

Leggi dopo

L’uso della PEC tra notifica e semplice inoltro

06 Febbraio 2019 | di Michele Nardelli

Corte d'Appello di Bari,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

È nulla la notificazione a mezzo PEC quando manchi la prescritta relata di notifica, con la correlativa sottoscrizione ed attestazione di conformità dell’atto notificato in copia informatica, all’originale (cartaceo) da cui è stata estratta, e, dunque, manchi un elemento espressamente ritenuto come essenziale per il perfezionamento del procedimento notificatorio.

Leggi dopo

Notifiche a mezzo PEC e raggiungimento dello scopo

13 Dicembre 2018 | di Nicola Gargano

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

È da ritenersi tardivo il ricorso in Cassazione proposto oltre il termine di sessanta giorni da una notificazione a mezzo PEC che, pur essendo priva degli elementi richiesti dall’articolo 3bis della legge n. 53 del 1994, non può considerarsi nullo ma irregolare e pertanto suscettibile di sanatoria ai sensi dell’articolo 156 c.p.c. per raggiungimento dello scopo.

Leggi dopo

Divergenza fra titolarità effettiva e formale intestazione di indirizzo PEC risultante da pubblici elenchi

26 Novembre 2018 | di Andrea Ricuperati

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

È valida la notificazione telematica di un atto (o provvedimento) processuale eseguita ad un indirizzo PEC attribuito da uno dei pubblici elenchi di legge al destinatario della notifica, ma utilizzato da un diverso soggetto.

Leggi dopo

L’avvocato mero domiciliatario “fisico” non riceve – né esegue – validamente le notificazioni telematiche di atti e provvedimenti

09 Ottobre 2018 | di Andrea Ricuperati

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

È giuridicamente inesistente la notificazione effettuata via PEC all’avvocato presso il quale la parte (o il suo difensore) non abbia eletto il domicilio digitale.

Leggi dopo

È ammissibile l’attestazione di conformità della sentenza redatta dal difensore del precedente grado di giudizio

04 Ottobre 2018 | di Nicola Gargano

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Pur essendo ammissibile l’attestazione di conformità della sentenza redatta dal difensore del grado precedente, deve dichiararsi improcedibile il ricorso non essendo stata depositata anche la copia conforme della PEC contenente la sentenza notificata e la relata di notifica.

Leggi dopo

Improcedibilità del ricorso per cassazione – doveri di collaborazione del precedente difensore

03 Ottobre 2018 | di Giuseppe Vitrani

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Nel caso in cui la notificazione della sentenza di appello sia avvenuta con modalità telematica, è onere del difensore che abbia ricevuto detta notificazione attestare che il documento analogico sia conforme a quello digitale ricevuto a mezzo PEC.

Leggi dopo

Notificazione via PEC, perfezionamento

28 Settembre 2018 | di Luca Sileni

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La violazione dell’art. 19-ter delle specifiche tecniche del 16 aprile 2014 costituisce una mera irregolarità, non riconducibile alle ipotesi di nullità previste dall’art. 11 della legge n. 53/1994. In ogni caso, qualora controparte abbia ribattuto alle deduzioni avversarie, l’eventuale nullità sarebbe comunque sanata dal raggiungimento dello scopo.

Leggi dopo

Pagine