Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Notifiche telematiche (PPT)

Istanza di rinvio dell’udienza a mezzo PEC: sì, ma il difensore deve fornire la prova della ricezione e della sottoposizione al giudice

23 Ottobre 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

Qualora il difensore trasmetta a mezzo PEC l’istanza di rinvio dell’udienza per un legittimo impedimento, avendo scelto una modalità di trasmissione irrituale, assume il rischio della sua mancata tempestiva presentazione al giudice procedente e, nel caso in cui non sia stata valutata da quest’ultimo, al fine di eccepire la nullità del giudizio, è tenuto a provare la sua ricezione da parte della cancelleria e la sua effettiva sottoposizione al giudicante.

Leggi dopo

È legittima la trasmissione a mezzo PEC della dichiarazione di adesione del difensore all’astensione di categoria

10 Ottobre 2018 | di Monica Alessia Senor

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

La comunicazione di un’istanza di rinvio per adesione del difensore all’astensione dalle udienze proclamata dai competenti organi rappresentativi di categoria, può legittimamente essere trasmessa alla cancelleria del giudice procedente a mezzo PEC.

Leggi dopo

Istanza di rinvio dell’udienza a mezzo PEC: sì, ma solo se previsto nel decreto di citazione

17 Settembre 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

L’istanza di rinvio dell’udienza per legittimo impedimento del difensore può essere trasmessa a mezzo PEC nel caso in cui il decreto di citazione indichi espressamente questa modalità di comunicazione come quella esclusiva, precisando anche l’indirizzo mail dell’ufficio giudiziario a cui deve essere inoltrato il documento.

Leggi dopo

Notifica a mezzo “PEC” al difensore: la certezza del ricevimento si estende anche agli allegati?

27 Agosto 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

Nel caso di invio dell'atto da parte della cancelleria tramite PEC, la semplice accettazione della mail dal sistema e la ricezione del messaggio di consegna ad una determinata data e ora è sufficiente a far ritenere perfezionata e pienamente valida la notifica.

Leggi dopo

Trasmissione di atti tra uffici giudiziari in allegato a PEC: qual è la data di ricezione degli atti?

05 Luglio 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

In tema di impugnazione cautelare, qualora la trasmissione degli atti al Tribunale del riesame avvenga a mezzo PEC, il termine di dieci giorni, previsto per l’adozione del provvedimento a pena di inefficacia dell’ordinanza impugnata, non decorre dal momento della ricezione, all'indirizzo postale, della PEC da parte dell'ufficio giudiziario ricevente, ma da quello dell’effettiva conoscenza degli atti.

Leggi dopo

È possibile trasmettere una memoria via PEC nel processo penale?

22 Maggio 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Nel processo penale, il difensore può trasmettere una memoria al giudice a mezzo PEC? L'impiego di una modalità di trasmissione che esula da quelle contemplate dall'art. 121 c.p.p. e, dunque, irregolare, determina l'irricevibilità dell'atto?

Leggi dopo

Può il difensore trasmettere al giudice un'istanza di rinvio dell'udienza a mezzo PEC?

17 Maggio 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

L'istanza di rinvio dell'udienza per legittimo impedimento del difensore deve essere comunicata con atto scritto, trasmesso o depositato nella cancelleria del giudice.

Leggi dopo

Notifica PEC al difensore anche come domiciliatario dell'imputato: è necessaria la consegna di due copie dell'atto?

06 Aprile 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Nel caso in cui si provveda alla notificazione via PEC di un atto presso il difensore, il quale è anche domiciliatario dell'imputato, l'avvocato deve ricevere due copie del medesimo atto (rispettivamente, una in proprio, per l'esercizio delle facoltà difensive, e una come domiciliatario) ovvero è sufficiente l'invio di un'unica e-mail?

Leggi dopo

Atti delle indagini digitalizzati consultabili nel TIAP: nessuna violazione del diritto di difesa

12 Marzo 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

In tema di impugnazione di un provvedimento cautelare, la digitalizzazione degli atti del procedimento penale ed il loro inserimento nel sistema TIAP può determinare una violazione del diritto di difesa?

Leggi dopo

PEC: mezzo idoneo a garantire certezza di ricezione ma più irregolare del fax

30 Gennaio 2018 | di Monica Alessia Senor

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Può la PEC essere considerata un mezzo di comunicazione idoneo e regolare per l'invio in cancelleria di un'istanza di rinvio dell'udienza per legittimo impedimento del difensore? Risponde la Cassazione con la sentenza in commento.

Leggi dopo

Pagine