Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Deposito telematico di atti da presentarsi in forma cartacea: per la Cassazione trattasi di mera irregolarità

24 Novembre 2016 | di Andrea Ricuperati

Cass. civ.

Deposito telematico (PCT)

La Corte di Cassazione si è interrogata sulla validità del deposito telematico di un atto da parte del difensore, quando la legge prescrive la sua presentazione in forma esclusivamente cartacea.

Leggi dopo

Inammissibile perché inesistente la riassunzione cartacea anziché telematica

21 Novembre 2016 | di Fabrizio Testa

Trib. Vasto

Deposito telematico (PCT)

L'interpretazione dell'art. 16-bis, comma 1, d.l. n. 179/2012, che prevede il deposito esclusivamente con modalità telematica di documenti e atti c.d. endoprocessuali da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite, continua a dar luogo nella giurisprudenza civile di merito a pronunce contrastanti.

Leggi dopo

Cartacea o telematica la riassunzione avanti a diverso Giudice?

09 Novembre 2016 | di Fabrizio Testa

Trib. Torino; Trib. Pescara

Deposito telematico (PCT)

La riassunzione avanti a diverso giudice, di cui sia dichiarata la competenza o la giurisdizione, con quale modalità, cartacea o telematica, deve avvenire?

Leggi dopo

Notifica a mezzo PEC: nullità e ammissibilità nel processo “analogico”

03 Novembre 2016 | di Elia Barbujani

TAR Lombardia

Notificazione telematica (PAT)

Sino all'entrata in vigore del processo amministrativo telematico, la notificazione a mezzo posta elettronica certificata, effettuata dal difensore in mancanza di una specifica disciplina, non costituisce una forma ordinaria di notificazione...

Leggi dopo

Formati tecnici e questioni formali nel processo civile telematico

19 Ottobre 2016 | di Emanuele Forner

Cass. civ.

PDF e formati ammessi (PCT)

Secondo la Cassazione, è ammissibile la trasmissione di una comunicazione di cancelleria nel formato compresso .zip, dal momento che non viene mutato il contenuto del documento, ma quest'ultimo viene solamente compresso in modo da ridurne le dimensioni in sede di trasmissione.

Leggi dopo

In mancanza di attestazione di conformità di titolo esecutivo, precetto e atto di pignoramento, il pignoramento è inefficace

17 Ottobre 2016 | di Nicola Gargano

Trib. Milano

Copie, duplicati e attestazioni di conformità (PCT)

Il giudice milanese si pone una duplice questione. In primo luogo se l'inefficacia del pignoramento per tardivo deposito dei titoli sia rilevabile d'ufficio ed in secondo luogo se il deposito di semplici copie per immagine di titolo, precetto e atto di pignoramento prive di asseverazione configurino una mera irregolarità o se possano effettivamente causare l'inefficacia dello stesso. .

Leggi dopo

Il deposito all'epoca del PCT: semplice mezzo o reale scopo?

14 Ottobre 2016 | di Michele Nardelli

Trib. Trani

Deposito telematico (PCT)

L'ordinanza in commento si è occupata di due questioni in particolare: la qualificazione del reclamo, vale a dire se esso debba essere inteso come atto introduttivo di un giudizio autonomo ovvero come atto endoprocessuale e le conseguenze di un deposito cartaceo, piuttosto che telematico, quando effettuato da chi fosse già costituito.

Leggi dopo

Imprenditore cancellato dal registro delle imprese disattiva casella PEC prima del decorso di un anno: è ipotesi di irreperibilità a lui imputabile

06 Ottobre 2016 | di Tommaso Pratovecchi

Cass. civ.

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La Corte di Cassazione, riproponendo numerosi stralci della sentenza della Corte Costituzionale 16 giugno 2016, n.146, ha confermato l'onere in capo all'imprenditore di mantenere aggiornate le informazioni relative all'impresa.

Leggi dopo

Deposito telematico ed errore di registro di destinazione

03 Ottobre 2016 | di Michele Nardelli

Trib. Bologna

Deposito telematico (PCT)

Secondo il Tribunale di Bologna, il deposito telematico di un atto in un registro sbagliato (fallimenti invece che contenzioso) non è idoneo ad integrare una valida instaurazione del rapporto processuale.

Leggi dopo

Notifica a mezzo PEC di decreto penale di condanna al difensore d'ufficio domiciliatario e restituzione in termine

13 Settembre 2016 | di Monica Alessia Senor

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

La Corte di Cassazione, nella sentenza in commento, ripropone, sotto l'egida del nuovo testo dell'art. 175, comma 2, c.p.p., l'interpretazione garantista in materia di remissione in termini elaborata dai Giudici di legittimità dopo la riforma del 2005.

Leggi dopo

Pagine