Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Notificazione via PEC: perfezionamento

25 Agosto 2016 | di Luca Sileni

Trib. Locri

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Il caso di specie risulta particolarmente interessante poiché approfondisce, da un lato la disciplina del deposito cartaceo in vigenza di obbligo di trasmissione telematica degli atti di causa, dall'altro il problema dei malfunzionamenti – tutt'altro che infrequenti – dei sistemi informatici utilizzati professionalmente dai Difensori delle parti.

Leggi dopo

Le conseguenze dell'erronea indicazione dell'oggetto della PEC in caso di notifica telematica

23 Agosto 2016 | di Giuseppe Vitrani

App. Cagliari

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La questione giuridica affrontata dalla Corte d'Appello di Cagliari tocca un aspetto particolarmente delicato per la materia delle notificazioni effettuate a mezzo PEC e legato al fatto che l'art. 3-bis, comma 4, l. n. 53/1994 vincola l'avvocato all'inserimento della dizione «notificazione ai sensi della l. n. 53/1994» all'interno del campo dedicato all'indicazione dell'oggetto del messaggio.

Leggi dopo

La rimessione in termini in caso di errori fatali non lavorabili dalla cancelleria

17 Agosto 2016 | di Nicola Gargano

Trib. Milano

Rimessione in termini (PCT)

L'ordinanza in commento affronta per la prima volta una delle problematiche ancora irrisolte del processo civile telematico e in particolare la mancata chiarezza degli avvisi di sistema contenuti nei messaggi PEC di controlli automatici e di lavorazione da parte della cancelleria.

Leggi dopo

Nullità della notifica via PEC e richiesta di esecutorietà

04 Agosto 2016 | di Nicola Gargano

Trib. Oristano

Decreto ingiuntivo telematico (PCT)

La questione posta all'esame del Giudice di Oristano attiene alla possibilità di concedere l'esecutorietà del decreto ingiuntivo anche in presenza di un vizio di notifica che, ai sensi dell'art. 11 l. n. 53/1994 ne comporterebbe la nullità.

Leggi dopo

Omessa consegna di comunicazione telematica e casella PEC del destinatario satura: l'avvocato imputet sibi

01 Agosto 2016 | di Andrea Ricuperati

Trib. Milano

Comunicazioni di cancelleria telematiche (PCT)

Il Tribunale di Milano esamina le conseguenze giuridiche derivanti dalla mancata consegna al destinatario di una comunicazione di cancelleria, quando la relativa casella di posta elettronica certificata risulti satura.

Leggi dopo

La notifica a mezzo PEC tra requisiti formali e oneri di attivazione in capo ai soggetti qualificati

29 Luglio 2016 | di Michele Nardelli

Cass.

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

In tema di procedimento per la dichiarazione di fallimento, ai fini del perfezionamento della notifica telematica del ricorso, occorre aver riguardo unicamente, dal lato del mittente, alla ricevuta di accettazione, che prova l'avvenuta spedizione di un messaggio di posta elettronica certificata e, dal lato del destinatario, alla ricevuta di avvenuta consegna.

Leggi dopo

Deposito telematico con numero di ruolo errato e rimessione in termini

18 Luglio 2016 | di Alessandro Barale

Trib. Avellino

Deposito telematico (PCT)

Nell'ordinanza in commento il giudice si è trovato a dover stabilire le sorti di un deposito telematico di un atto di parte non accettato dalla cancelleria, sebbene tempestivamente depositato, a causa dell'indicazione di un numero di ruolo errato.

Leggi dopo

Comunicazione telematica del ricorso in ambito fallimentare: la conoscenza dell’atto è equipollente a quella conseguibile con le modalità ordinarie

15 Luglio 2016 | di Tommaso Pratovecchi

C. cost.

Procedure concorsuali (PCT)

La questione giuridica affrontata dalla Corte Costituzionale è quella relativa alla conformità dell'art. 15, comma 3, l.fall. rispetto ai precetti di cui agli artt. 3 e 24 Cost.. Secondo il rimettente il meccanismo di notifica del ricorso e del decreto di fissazione della cd. udienza prefallimentare, come previsti dall'art. 15 l.fall., comportano una disparità di trattamento rispetto ai meccanismi ordinari di notifica di cui all'art. 145 c.p.c..

Leggi dopo

Notifica della fissazione dell'udienza al difensore sprovvisto di PEC: non è necessaria la comunicazione di avvenuto deposito

13 Luglio 2016 | di Monica Alessia Senor

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

È da considerare correttamente notificato al difensore dell'indagato, non munito di posta elettronica certificata, l'avviso di fissazione di un'udienza camerale ex art. 309, comma 8, c.p.p. mediante il deposito dell'atto stesso in cancelleria...

Leggi dopo

Iscrizione a ruolo del processo esecutivo: l'attestazione di conformità degli atti da depositare non è indispensabile

29 Giugno 2016 | di Andrea Ricuperati

Trib. Caltanissetta

Copie, duplicati e attestazioni di conformità (PCT)

La questione sottoposta all'esame del Collegio attiene alle conseguenze derivanti dall'assenza, negli atti processuali, dell'attestazione di conformità: l'omissione di tale formalità è idonea a inficiare la validità della notifica di un provvedimento giudiziario o dell'iscrizione di una causa a ruolo?

Leggi dopo

Pagine