Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La comunicazione telematica di Cancelleria del testo di una sentenza fa decorrere il termine breve di impugnazione

01 Giugno 2016 | di Andrea Ricuperati

Cass. civ.

Comunicazioni di cancelleria telematiche (PCT)

La decisione in esame enuncia il condivisibile principio generale secondo cui il disposto dell'ultimo periodo dell'art. 133 comma 2 c.p.c. non può essere fondatamente invocato quando la legge fa decorrere dalla comunicazione (e non dalla notifica) il cd. termine breve di impugnazione.

Leggi dopo

La notificazione via PEC si perfeziona anche se non viene generata la RdAC

26 Maggio 2016 | di Luca Sileni

Trib. Lucca

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Il caso di specie risulta particolarmente interessante per l'interpretazione della disciplina sulle notificazioni via PEC che, in modo del tutto innovativo, propone. I precedenti giurisprudenziali, pur se non granitici, hanno sempre fornito un'interpretazione opposta rispetto a quella in esame.

Leggi dopo

Inammissibili nel processo penale per le parti private le notifiche a mezzo PEC

20 Maggio 2016 | di Monica Alessia Senor

Cass.

Notifiche telematiche (PPT)

La sentenza in commento si pone in un solco, recente ma ormai consolidato, di pronunce di legittimità che respingono, in radice, qualsivoglia tentativo di interpretare in maniera elastica ed evolutiva le disposizioni processual-penalistiche in tema di notificazioni, rectius depositi, di atti da parte delle parti processuali private.

Leggi dopo

Notifica via PEC: violazione delle regole tecniche, raggiungimento dello scopo e diritto di difesa

18 Maggio 2016 | di Michele Nardelli

Cass. civ.

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Il principio, sancito in via generale dall'art. 156 c.p.c., secondo cui la nullità non può essere mai pronunciata se l'atto ha raggiunto lo scopo a cui è destinato, vale anche per le notificazioni...

Leggi dopo

L’errore di indicazione del numero di ruolo è imputabile al depositante che non può essere rimesso in termini

13 Maggio 2016 | di Pietro Calorio

Trib. Torino

Rimessione in termini (PCT)

La pronuncia in commento affronta un tema assai delicato e dibattuto nella recente giurisprudenza di merito riguardante il deposito telematico degli atti nei procedimenti civili, quello della rilevanza degli errori materiali nella redazione del deposito telematico.

Leggi dopo

Il sommario disconoscimento non priva di valore le riproduzioni informatiche

29 Aprile 2016 | di Francesco Minazzi

Trib. Milano

Documento analogico e informatico

Il formale, ma sommario, disconoscimento di documenti costituenti riproduzioni informatiche, ai sensi dell'art. 2712 c.c., non può dare luogo all'esclusione di tali documenti dal novero degli atti di causa utili per la decisione.

Leggi dopo

Aula e fascicolo digitali: a Cremona le prove tecniche per un futuro processo penale virtuale

27 Aprile 2016 | di Monica Alessia Senor

Trib. Cremona

Notifiche telematiche (PPT)

La pronuncia in commento è innovativa e non trova precedenti giurisprudenziali in termini. La questione relativa alla possibilità di celebrare udienze in videoconferenza è già stata, infatti, oggetto di arresti giurisprudenziali, ma sotto un diverso profilo.

Leggi dopo

Valida la notifica della sentenza in cancelleria anche se l'avvocato non indica la PEC

11 Aprile 2016 | di Francesca Valerio

Cass. civ.

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La Cassazione si è pronunciata in merito alla validità della notifica della sentenza presso la Cancelleria nel caso in cui l'avvocato non abbia indicato nei propri atti l'indirizzo PEC e abbia eletto domicilio in luogo diverso dalla sede dell'autorità procedente.

Leggi dopo

Deposito del foglio di precisazione delle conclusioni: ammissibile sia cartaceo che telematico

07 Aprile 2016 | di Michele Nardelli

Trib. Milano

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

È solo in vista di una maggiore comodità di redazione della sentenza che la prassi di alcuni Uffici prevede che le conclusioni vengano annotate su un foglio PC, prodotto nel fascicolo processuale, in modo che possano essere agevolmente riprodotte nella sentenza. Ne consegue che non ci si trova di fronte ad un atto processuale al quale possano riconoscersi effetti propri.

Leggi dopo

Deposito delle sentenze e termine per impugnare: rilevano soltanto i dati trascritti nel registro informatizzato

29 Marzo 2016 | di Paolo Grillo

Cass.

Notifiche telematiche (PPT)

Dopo l'entrata in vigore del d.m. 27 aprile 2009 (G.U. Serie Generale n. 107 del 11 maggio 2009) non è più consentita la tenuta dei registri di cancelleria in forma cartacea poiché gli stessi sono gestiti integralmente in via informatica. Non fa eccezione il registro di deposito delle sentenze che, in forma cartacea, permane soltanto per uso interno delle cancellerie.

Leggi dopo

Pagine