Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La casella PEC non funziona? Ne fa le spese il difensore

27 Novembre 2015 | di Paolo Grillo

Cass.

Notifiche telematiche (PPT)

La decisione in commento si segnala per la pregevole ricostruzione normativa, ma soprattutto si distingue per aver posto a fondamento del proprio decisum il canone ermeneutico della ragionevolezza e dell’economia processuale.

Leggi dopo

Ammissibilità del deposito in modalità non telematica di reclamo cautelare

24 Novembre 2015 | di Pietro Calorio

Trib. Ancona

Obbligatorietà del deposito telematico (PCT)

Il Collegio, dato atto di un contrasto giurisprudenziale sul punto, riteneva di aderire da un lato all'orientamento che qualifica il reclamo come “atto endoprocessuale” (conformemente a Trib. Torino, ord., 6 marzo 2015 e diversamente da Trib. Asti, ord., 23 marzo 2015), ma dall'altro discostandosene...

Leggi dopo

Processo esecutivo: conseguenze dell'inosservanza delle norme relative al deposito telematico dell'attestazione di conformità

24 Novembre 2015 | di Ciro Coticelli

Trib. Pesaro

Copie, duplicati e attestazioni di conformità (PCT)

Nel processo esecutivo, il deposito telematico di titolo esecutivo, precetto e atto di pignoramento, seppur firmati digitalmente, non è sufficiente, in mancanza della relativa attestazione di conformità agli originali in possesso del creditore procedente, e giustifica la concessione della sospensione ex art. 624 c.p.c....

Leggi dopo

Rimessione in termini in caso di errori nel deposito e tempestività della richiesta

20 Novembre 2015 | di Nicola Gargano

Trib. Milano

Rimessione in termini (PCT)

Non può essere accolta l’istanza di rimessione in termini relativamente ad un deposito telematico non giunto a buon fine, se l’istante non dimostra che lo stesso è stato rifiutato dalla cancelleria per causa a sè non imputabile.

Leggi dopo

La notifica a mezzo PEC ad indirizzo diverso da quello risultante dai pubblici registri

03 Novembre 2015 | di Giuseppe Vitrani

Trib. Milano

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La notificazione effettuata a mezzo PEC ad indirizzo non risultante dai pubblici elenchi e risultante invece dalla corrispondenza intercorsa tra le parti, seppur andata a buon fine, non rispetta il disposto dell’art. 3-bis l. n. 53/1994 e deve essere pertanto considerata nulla con conseguente necessità di rinnovazione della stessa.

Leggi dopo

Valore giuridico di un messaggio di posta elettronica

30 Ottobre 2015 | di Francesco Minazzi

Trib. Termini Imerese

Documento analogico e informatico

Lo scambio di messaggi di posta elettronica tra due soggetti si traduce nell’invio di documenti informatici, da ritenersi sottoscritti con firma elettronica c.d. semplice, in ragione dell’inserimento di username e password...

Leggi dopo

La modalità per il deposito del ricorso in opposizione agli atti esecutivi

29 Ottobre 2015 | di Giuseppe Vitrani

Trib. Latina

Esecuzioni mobiliari (PCT)

Il deposito di un ricorso in opposizione all'esecuzione agli atti esecutivi ex art. 617, comma 2, c.p.c. effettuato per via telematica è affetto da irregolarità trattandosi di atto non rientrante fra quelli depositati da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite.

Leggi dopo

La notificazione telematica dell'avvocato in assenza di normativa regolamentare disciplinatrice

26 Ottobre 2015 | di Fabio Valerini

Cass.

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Una notificazione eseguita dall'avvocato ai sensi dell'art. 3-bis anteriormente alla data del 15 maggio 2014 si doveva, dunque, reputare nulla e tale da giustificare, in mancanza di costituzione del convenuto, un ordine di rinnovo della notificazione.

Leggi dopo

Deposito in modalità non telematica di reclamo cautelare: inammissibilità

25 Ottobre 2015 | di Pietro Calorio

Trib. Torino

Documento analogico e informatico

Il reclamo è atto processuale depositato dal difensore di una parte precedentemente costituita, e va dichiarato inammissibile se depositato con modalità diversa da quella telematica, in quanto la volontà legislativa è quella di indicare un'unica, esclusiva ed obbligatoria modalità di deposito.

Leggi dopo

Deposito cartaceo di ricorso per decreto ingiuntivo a seguito dell'introduzione dell'obbligo di deposito telematico

25 Ottobre 2015 | di Pietro Calorio

Trib. Reggio Emilia

Decreto ingiuntivo telematico (PCT)

La modalità “cartacea” di proposizione della domanda monitoria, a seguito dell'introduzione dell'obbligo di deposito telematico dei ricorsi per ingiunzione, comporta l'inammissibilità del ricorso.

Leggi dopo

Pagine