News

News

Procura conferita su supporto cartaceo e costituzione telematica del difensore

17 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

TAR Molise,

Procura alle liti (PAT)

Se la procura alle liti è stata conferita su supporto cartaceo, il difensore che si costituisce attraverso strumenti telematici ne trasmette la copia informatica autenticata con firma digitale, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e trasmessi in via telematica.

Leggi dopo

Inammissibile l’istanza di rinvio per legittimo impedimento avanzata via PEC dal difensore dell’imputato

16 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. pen.,

PEC

La Cassazione, pur dando atto dei diversi orientamenti giurisprudenziali sviluppatisi sul tema dell’ammissibilità dell’utilizzo della PEC per comunicazioni e le istanze, conferma l’impossibilità di estendere al difensore l’utilizzo della posta elettronica certificata per trasmettere l’istanza di rinvio per legittimo impedimento.

Leggi dopo

Non è nulla l’ordinanza comunicata via PEC e priva della firma digitale del cancelliere

15 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

PEC

Le copie informatiche del fascicolo digitale equivalgono all’originale anche se prive di firma del cancelliere. Tale disposizione è applicabile a tutti gli atti digitalizzati, riferendosi all’intero contenuto del fascicolo informatico.

Leggi dopo

Istanze a mezzo PEC: ancora puntualizzazioni della Cassazione penale

14 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. pen.,

Comunicazione di atti tra uffici giudiziari in via telematica (PPT)

La Cassazione, con due recenti pronunce, è tornata sul tema dell’istanza di differimento dell’udienza per impedimento, inoltrata dal privato a mezzo PEC.

Leggi dopo

Comunicazioni via PEC del PTT: i dati del 2019

10 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Giustizia Tributaria, statistiche comunicazioni.pdf

PEC

Il Portale della Giustizia Tributaria ha diffuso i dati relativa alle comunicazioni via PEC effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019.

Leggi dopo

Giudice di Pace: avviate comunicazioni e notificazioni telematiche presso nuovi Uffici

10 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Giudice di Pace (PCT)

Con il decreto datato 10 dicembre 2019, il Ministero della Giustizia ha avviato le comunicazioni e notificazioni di cancelleria per via telematica nel settore civile presso l’Ufficio del Giudice di Pace di Agira, Alcamo, Altamura, Ascoli Piceno, Bari, Barrafranca, Bologna, Brindisi, Cagliari, Camerino, Campobasso, Cecina, Centuripe, Enna, Gela, La Maddalena, Leonforte, Livorno, Locri, Milano, Monopoli, Piazza Armerina, Piombino, Portoferraio, Reggio Calabria, Trapani, Troina, Venezia e Viterbo.

Leggi dopo

Pagamenti Telematici: servizio ripristinato

03 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Contributo unificato (PCT)

Il PST informa i professionisti che ora il servizio dei Pagamenti Telematici è nuovamente disponibile.

Leggi dopo

Giustizia Amministrativa: indisponibilità dei dati relativi agli appelli

03 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Informatica giuridica e processo telematico

La Giustizia Amministrativa informa gli utenti che, nei pomeriggi dal 7 al 10 gennaio 2020, non saranno disponibili i dati relativi agli eventuali appelli dei provvedimenti di primo grado.

Leggi dopo

I dati sul PTT nel trimestre luglio - settembre 2019

02 Gennaio 2020 | di Redazione scientifica

Rapporto trimestrale III trim 2019.pdf

Ricorso (tutte le tipologie) e suo deposito (PTT)

Il Portale della Giustizia Tributaria ha pubblicato il Rapporto trimestrale sul contenzioso tributario, nel quale sono contenuti anche i dati statistici relativi al processo tributario telematico.

Leggi dopo

È valida la notifica consegnata nel domicilio del destinatario a persona di cui non viene precisata la qualità?

27 Dicembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Non si configura alcuna nullità nel caso in cui la notificazione venga consegnata presso il domicilio del destinatario e l’avviso di ricevimento sia stato firmato dalla persona rinvenuta dall’ufficiale postale senza che ne risulti la qualità ovvero il rapporto con il destinatario, potendosi superare la presunzione di conoscenza di cui all’art. 1335 c.c. solo se il destinatario provi di essersi trovato (senza sua colpa) nell’impossibilità di prendere cognizione del plico.

Leggi dopo

Pagine