News

News su Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

La notifica telematica del rigetto del reclamo avverso la dichiarazione di fallimento fa decorrere il termine breve?

15 Ottobre 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

La notifica del testo integrale della pronuncia reiettiva del reclamo avverso la sentenza dichiarativa di fallimento e effettuata ai sensi dell’art. 18, comma 13, l.fall., dal cancelliere mediante PEC è idonea a far decorrere il termine breve per l’impugnazione in Cassazione.

Leggi dopo

Sul perfezionamento e la tempestività del deposito telematico dell’atto processuale

25 Settembre 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

La Corte di Cassazione ha ribadito che il deposito telematico degli atti processuali si perfeziona quando viene emessa la seconda PEC, ovvero la ricevuta di avvenuta consegna, da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della giustizia. Inoltre, ferma l’applicabilità delle disposizioni di cui all’art. 155 c.p.c., commi 4 e 5, il deposito è tempestivamente effettuato anche quando la ricevuta di avvenuta consegna viene generata entro la fine del giorno di scadenza.

Leggi dopo

Tempestiva la notifica eseguita tra le ore 21 e le 24 dell’ultimo giorno utile

24 Giugno 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

Posta l’illegittimità costituzionale dell'art. 16-septies d.l. n. 179/2012 nella parte in cui prevede che la notifica telematica eseguita dopo le ore 21 ed entro le ore 24 si perfeziona per il notificante alle ore 7 del giorno successivo, anziché al momento di generazione della predetta ricevuta, deve ritenersi tempestiva la notifica dell’appello eseguita telematicamente alle ore 23.49.52 dell’ultimo giorno utile per la proposizione del gravame.

Leggi dopo

Il termine breve per impugnare decorre anche in caso di mancata registrazione della sentenza notificata via PEC

19 Maggio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. sez. un.,

Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

Le Sezioni Unite Civili hanno chiarito che, divenuta facoltativa la registrazione della sentenza, il termine breve per la proposizione dell’appello avverso la sentenza emessa dal Tribunale Superiore delle Acqua Pubbliche decorre dalla data di ricevimento dell’avviso con cui il cancelliere comunica via PEC la trasmissione della sentenza all’ufficio competente per la registrazione, facendo poi seguire il rilascio in via telematica della copia integrale della stessa.

Leggi dopo

Tentata iscrizione a ruolo telematica nonostante il preavviso del blocco dei servizi: ricorso improcedibile

29 Aprile 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

L’istituto della rimessione in termini, che opera anche con riguardo al termine per proporre impugnazione, richiede la dimostrazione che la decadenza sia stata determinata da una causa non imputabile alla parte, perché cagionata da un fattore estraneo alla sua volontà.

Leggi dopo

La rilevanza dell’attestazione del cancelliere ai fini del decorso del termine lungo

19 Dicembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

La data di pubblicazione della sentenza redatta in formato elettronico, ai fini del decorso termine lungo per impugnare, non coincide con quella della sua trasmissione alla cancelleria da parte del Giudice, ma con quella dell’attestazione del cancelliere.

Leggi dopo

L’esito del deposito telematico va comunicato entro il giorno successivo a quello di ricezione degli atti da parte del sistema

11 Ottobre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Termini e perfezionamento del deposito telematico di un atto (PCT)

Per disposizione ministeriale, l’accettazione da parte dei sistemi del dominio giustizia degli atti e documenti depositati dai soggetti abilitati deve essere comunicata entro il giorno successivo a quello di ricezione, così da creare negli avvocati un ragionevole affidamento sull’esito della procedura di deposito o sull’eventuale presenza di errori o anomalie.

Leggi dopo