News

News

Quale sorte per l’indirizzo PEC della società cancellata dal registro delle imprese?

25 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ., 28 ottobre 2019, n. 27452

Procedure concorsuali (PCT)

Nel caso in cui una società sia cancellata dal registro delle imprese, il ricorso per la dichiarazione di fallimento può essere notificato all'indirizzo PEC da essa precedentemente comunicato al registro delle imprese. Infatti, l'imprenditore ha l’obbligo di munirsi di un indirizzo di PEC, di tenerlo attivo durante la vita dell'impresa e di interessarsi dello stesso anche se la società sia cancellata dal registro, essendo l’attivazione dell'indirizzo PEC anche funzionale al fallimento.

Leggi dopo

Giudice di Pace di Milano: invio atti di cancelleria via PEC

22 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Giudice di Pace (PCT)

L’Ordine degli Avvocati di Milano comunica che il Registro Informatico Civile degli Uffici dei Giudice di Pace è stato integrato con un modulo che consente alle cancellerie di effettuare le notificazioni e le comunicazioni telematiche alle parti e agli ausiliari del Giudice a mezzo PEC.

Leggi dopo

Seconda PEC e perfezionamento del deposito telematico

22 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Ricevute successive al deposito telematico (PCT)

La Cassazione torna a ribadire che il deposito telematico degli atti giudiziari si intende perfezionato nel momento in cui viene generata la seconda PEC, ovvero la ricevuta di avvenuta consegna (c.d. RAC) da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia.

Leggi dopo

Decisione non autenticata: quando il ricorso è comunque procedibile?

21 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Copie, duplicati e attestazioni di conformità (PCT)

Richiamando la pronuncia dalle Sezioni unite, la Cassazione chiarisce che, ai fini della procedibilità del ricorso, se la decisione non risulta autenticata (art. 9., c. 1-bis e 1-ter, l. n. 53/1994) è necessario che il controricorrente costituendosi depositi copia analogica della decisione ritualmente autenticata oppure non disconosca la conformità della copia informale all’originale notificatogli. Invece, ove il controricorrente rimanga soltanto intimato o disconosca la conformità, il ricorrente deve depositare l’asseverazione di conformità all’originale della copia analogica entro l’udienza di discussione o l’adunanza in Camera di Consiglio.

Leggi dopo

Documentazione sui servizi web: nuova versione

20 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

PST, documentazione servizi web.pdf

Informatica giuridica e processo telematico

Pubblicata la nuova versione (1.43) della documentazione sui servizi web esposti dal Ministero.

Leggi dopo

PTT: rallentamenti nella spedizione della comunicazione PEC di conferma di iscrizione a RG

20 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Attestazioni delle comunicazioni e dei depositi telematici – Rilascio del numero di Registro generale (PTT)

Il Portale della Giustizia Tributaria informa gli utenti che vi sono dei rallentamenti nella spedizione della comunicazione PEC di conferma di iscrizione a RG.

Leggi dopo

Servizi telematici del settore civile: nuova interruzione

19 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Informatica giuridica e processo telematico

Il PST informa che dalle ore 13:30 del 22 novembre alle ore 8:00 del 25 novembre 2019 vi saranno delle interruzioni dei servizi informatici del settore civile che interesseranno gli uffici giudiziari dei distretti delle Corti di Appello.

Leggi dopo

Validità dell’INI-PEC: la Corte corregge l’errore materiale

15 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Pubblici elenchi (PCT)

La Cassazione, rilevando l’esistenza di un errore nell’ordinanza n. 24160/2019, ha proceduto con la correzione materiale della pronuncia, sostituendone il testo nella parte in cui negava l’attendibilità dell’INI-PEC.

Leggi dopo

Deposito telematico degli atti: aggiornamento delle specifiche tecniche

15 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Modifiche deposito telematico_novembre2019.pdf

Deposito telematico (PCT)

Il PST informa gli utenti che sono stati pubblicati i nuovi schemi XSD, utilizzabili nei depositi telematici verso gli uffici del territorio nazionale a partire dal 25 novembre 2019.

Leggi dopo

L’obbligo del curatore fallimentare di comunicare il proprio indirizzo PEC

14 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

PEC

Nelle procedure fallimentari pendenti alla data del 19 dicembre 2012 (data di entrata in vigore della l. n. 221/2012, di conversione del d.l. n. 179/2012, modificata poi dalla l. n. 228/2012) in cui non sia ancora stato effettuato l’avviso ex art. 92 l. fall., il creditore è tenuto a trasmettere il ricorso per l’ammissione al passivo all’indirizzo PEC del curatore indicato nel predetto avviso. Se invece l’avviso sia stato già effettuato secondo le modalità anteriormente vigenti, il curatore ha l’obbligo di comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata con apposito avviso da inviare a creditori e terzi interessati entro il 20 giungo 2013. Se il curatore si rende inottemperante rispetto agli obblighi di comunicazione del proprio indirizzo PEC, la domanda depositata dal creditore in cancelleria ex art. 16, comma 1, n. 5, l. fall. non può essere dichiarata irricevibile.

Leggi dopo

Pagine