News

News

Il mancato deposito nel termine di legge dell’attestazione di conformità all’originale della copia analogica della relata di notifica

03 Marzo 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ., 14 febbraio 2020, n. 3715

Attestazioni di conformità

Il deposito in cancelleria, entro il termine di 20 giorni dall’ultima notificazione, di copia analogica della decisione impugnata predisposta in originale telematico e notificata a mezzo PEC priva di attestazione di conformità del difensore non determina l’improcedibilità del ricorso per cassazione se il controricorrente, nel costituirsi, depositi a sua volta copia analogica della decisione ritualmente autenticata. Invece, se il suddetto deposito non avvenga neanche entro l’adunanza in camera di consiglio il ricorso è improcedibile.

Leggi dopo

Il deposito telematico si perfeziona anche se non è prodotta la marca da bollo

02 Marzo 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ., 27 febbraio 2020, n. 5372

Deposito telematico (PCT)

Il deposito telematico si considera perfezionato quando viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore PEC. Da quel momento non residua alcuno spazio per un rifiuto di ricezione degli atti per irregolarità fiscale degli stessi (come nel caso in cui non venga prodotta la marca da bollo) da parte del cancelliere, il quale provvederà alla riscossione delle somme dovute.

Leggi dopo

Notifica telematica con allegato non leggibile: l’inerzia del destinatario determina il perfezionamento

28 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. sez. lav.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Nel caso in cui sia notificato via PEC un messaggio contenente un allegato non leggibile, il difensore deve informare il mittente della difficoltà nella presa visione del documento, in modo da consentirgli di porre rimedio. Ove il legale rimanga inerte, la notifica si considera perfezionata.

Leggi dopo

Il Consiglio di Stato sull’orario di deposito telematico delle memorie per l’udienza

26 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cons. di Stato,

Deposito telematico degli atti delle parti (PAT)

L'apparente contrasto tra il disposto del 1° ed il 3° periodo dell'art. 4, c. 4, disp. att. c.p.a., va interpretato nel senso che il termine delle ore 24 per il deposito degli atti di parte vale solo per quegli atti processuali che non siano depositati in vista di una camera di consiglio o di un'udienza di cui sia già fissata o già nota la data. Invece, in presenza di una camera di consiglio o di un'udienza già fissata, è inammissibile il deposito effettuato oltre le ore 12 dell'ultimo giorno utile.

Leggi dopo

Opposizione all’esecuzione: per gli atti già compiuti il termine decorre dall'accesso al fascicolo telematico

20 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Tribunale di Civitavecchia,

Fascicolo cartaceo e digitale (PCT)

Il Tribunale di Civitavecchia ha chiarito che, ove il debitore venga autorizzato all’accesso nel fascicolo telematico della procedura esecutiva, il termine per proporre opposizione all’esecuzione decorre per gli atti esecutivi già compiuti dalla data in cui è stata concessa l’autorizzazione.

Leggi dopo

La proroga del termine di presentazione delle offerte nelle procedure telematiche

20 Febbraio 2020 | di Claudio Fanasca

TAR Lazio,

Ricorso (PAT)

È del tutto legittimo, oltre che ragionevole, l’operato della stazione appaltante che, una volta rilevato un malfunzionamento del sistema informatico di gara nella imminenza della scadenza del termine di presentazione delle offerte, ne disponga una proroga ai sensi dell’art. 79, co. 5-bis, del d.lgs. n. 50 del 2016; ciò anche nella ipotesi in cui il guasto sia poi risolto in breve tempo o, comunque, prima della scadenza dell’originario termine, considerata pure l’estrema volubilità dei tempi normalmente legati alla riparazione dei sistemi informatici che spesso impedisce agli enti pubblici di poter effettuare una qualsivoglia prognosi di riavvio del funzionamento dei suddetti sistemi (c.d. “rischio di rete”).

Leggi dopo

Regolare la notifica via PEC eseguita nei confronti della società cancellata dal registro

19 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

Ove la società sia stata cancellata dal registro delle imprese, il ricorso per la dichiarazione di fallimento può esserle validamente notificato all’indirizzo di posta elettronica certificata dalla stessa in precedenza comunicato al registro delle imprese, se questo risulta ancora attivo.

Leggi dopo

Nel procedimento per convalida del DASPO è possibile l'invio di una memoria a mezzo PEC

17 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. pen.,

Memorie e richieste delle parti mezzo PEC (PPT)

La Cassazione ha ribadito che è possibile la presentazione di richieste e memorie al giudice competente per la convalida del DASPO anche tramite PEC per la particolare natura del procedimento, la ristrettezza dei tempi entro cui esso deve concludersi e l’assenza di indicazioni normative specifiche circa le modalità di deposito degli atti (in una fattispecie in cui il Gip, sempre a mezzo PEC, aveva comunicato al difensore che la memoria ricevuta in via telematica era stata “cestinata”).

Leggi dopo

Giudice di Pace, avviate le notifiche telematiche presso nuove città

17 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Giudice di Pace (PCT)

Con una serie di decreti, il Ministero della Giustizia ha avviato le comunicazioni e le notificazioni telematiche di cancelleria nel settore civile presso gli uffici del Giudice di Pace di Palermo, Palmi, Petilia Policastro, Pinerolo, Torino e Termini Imerese.

Leggi dopo

PAT: indisponibilità del deposito telematico mediante upload

14 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Deposito telematico degli atti delle parti (PAT)

La Giustizia Amministrativa informa che, per un intervento manutentivo, lunedì 17 febbraio 2020 il servizio di deposito telematico mediante upload non sarà disponibile dalle ore 20:00 alle 24:00.

Leggi dopo

Pagine