News

News

È ammissibile il ricorso sottoscritto in formato CAdES, anziché PAdES?

26 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

TAR Lazio,

Ricorso (PAT)

Il TAR Lazio si è espresso sulla validità della notifica di un ricorso sottoscritto in formato CAdES anziché PAdES.

Leggi dopo

Pagamenti verso la P.A., le Ricevute Telematiche non sono più file firmati

22 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Ministero della Giustizia, Pagamento telematico dei diritti di copia nel settore civile.pdf

Contributo unificato (PCT)

La DGSIA ha comunicato che le Ricevute Telematiche disponibili sul Portale dei Servizi Telematici non sono più file firmati e hanno estensione “.xml” e non “.p7m”.

Leggi dopo

Pagamenti Telematici: il campo firmaRicevuta deve essere impostato al valore 0

22 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

PST, Indicazioni Tecnico Operative Pagamenti Telematici.pdf

Contributo unificato (PCT)

Disponibile sul PST la versione aggiornata con le Indicazioni Tecnico Operative per i pagamenti telematici.

Leggi dopo

Servizio di consultazione anonima dei registri di cancelleria: sospeso sul Portale ma attivo tramite App

21 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Fascicolo cartaceo e digitale (PCT)

Sul Portale dei Servizi Telematici è momentaneamente sospeso il servizio di consultazione anonima dei registri di cancelleria che resta attivo sull’App Giustizia Civile.

Leggi dopo

La mail fa piena prova ai fini della concessione del decreto ingiuntivo

20 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Decreto ingiuntivo telematico (PCT)

La mail, seppur priva di firma, rientra tra le riproduzioni informatiche, ovvero fra le rappresentazioni meccaniche indicate, con elencazione non tassativa, dall’art. 2712 c.c., e dunque fa piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale viene prodotta non ne disconosca la conformità ai fatti o alle cose medesime.

Leggi dopo

Deposito telematico facoltativo se il difensore è un funzionario pubblico

15 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Deposito telematico (PCT)

I dipendenti delegati a difendere in giudizio le pubbliche amministrazioni hanno la facoltà di effettuare il deposito sia in modalità telematica che cartacea.

Leggi dopo

Ricorso improcedibile se manca la relata asseverata conforme di notifica della sentenza impugnata

13 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Attestazioni di conformità

È improcedibile il ricorso per cassazione se difetta il deposito delle copie cartacee del messaggio PEC pervenuto al destinatario della notifica della sentenza impugnata con relativa attestazione di conformità.

Leggi dopo

Modalità di deposito dell’atto di opposizione alla richiesta di archiviazione, escluso l’utilizzo della PEC

12 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

Il provvedimento con il quale il GIP chiarisca i motivi per i quali ha accolto la richiesta di archiviazione senza considerare l’atto di opposizione del denunciante non può essere oggetto di impugnazione per cassazione in virtù del principio di tassatività. Ciò premesso la Cassazione approfitta della vicenda per approfondire le modalità di deposito del citato atto, che, nel caso in esame, veniva depositato (scorrettamente) a mezzo PEC.

Leggi dopo

Attestazione di conformità ex art. 369 c.p.c.: non è sufficiente la firma del difensore sulla NIR

11 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Attestazioni di conformità

Ai fini del rispetto di quanto previsto dall’art. 369 c.p.c., non è sufficiente la firma della nota di iscrizione a ruolo e di deposito nella Cancelleria della Cassazione da parte del difensore poiché tale tipologia di firma non può ritenersi equipollente alla separata attestazione di conformità all’originale richiesta dalla norma.

Leggi dopo

Appello inammissibile: oneri di deposito in caso di ricorso per cassazione contro la sentenza di primo grado

07 Giugno 2018 | di Redazione scientifica

Cass., sez. un.

Giudizio dinanzi alla Corte Di Cassazione

Il ricorso per cassazione proposto ex art. 348-ter, comma 3, c.p.c. avverso la sentenza di primo grado è soggetto, per essere considerato procedibile, a un duplice onere di deposito avente ad oggetto la copia autentica della sentenza impugnata e dell’ordinanza di inammissibilità dell’appello con la relativa comunicazione e notificazione.

Leggi dopo

Pagine