News

Deposito telematico delle richieste di liquidazione compensi: le disposizioni del DGSIA

Il Direttore Generale dei Sistemi Informativi Automatizzati (DGSIA) del Ministero della Giustizia ha emanato il provvedimento aggiornato che individua e regola le modalità telematiche per il deposito delle richieste di liquidazione dei compensi spettanti al difensore della parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato e al difensore d'ufficio ai sensi del testo unico di cui al d.P.R. n. 115/2002.

 

 

Accesso al Portale. Il deposito con modalità telematica delle richieste di cui all’art. 1 avviene attraverso il servizio esposto sul LSG, salvo quanto previsto dall’art. 8. Il servizio è accessibile dal PST.
L’accesso al LSG (Liquidazione spese giustizia) avviene mediante SPID o CNS. Al primo accesso è richiesto all’utente di completare la registrazione.

 

Compilazione della richiesta. La richiesta di liquidazione è creata attraverso apposita funzionalità che prevede l’inserimento delle informazioni richieste dalla procedura informatizzata.

È possibile allegare più file contenenti documentazione necessaria al giudice per l’esame della richiesta presentata e per pronunciare il relativo decreto.

I documenti allegati rispettano i seguenti requisiti:

a) sono in formato PDF;

b) non possono superare la dimensione massima di 10 Megabyte ciascuno.

 

La fase di compilazione si conclude quando, all’esito della registrazione prevista dalla procedura informatizzata, il sistema genera un identificativo numerico univoco nazionale della stessa.

 

Deposito della richiesta. La richiesta ed i relativi allegati sono trasmessi all’Ufficio Giudiziario competente nel momento in cui l’utente utilizza la funzione “Invio” disponibile al termine della procedura. Contestualmente il sistema genera un file .pdf di riepilogo dei dati della richiesta di pagamento nel quale è attestata la data di deposito.

 

Verifica dello stato della richiesta. Il difensore può verificare lo stato della richiesta accedendo al LSG. Nella Guida all’uso sono elencati tutti gli stati con le relative casistiche. Tutte le modifiche dello stato della richiesta sono comunicate al depositante mediante l’invio di messaggio all’indirizzo di posta elettronica comunicata e validata da SPID.

 

Efficacia. Il presente provvedimento è pubblicato sul Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia ed entra in vigore a partire dalle ore 12:00 del 28 dicembre 2021.

 

Leggi dopo