News

PST: interruzione servizi informatici settore civile (dalle ore 17:00 del 19 febbraio alle ore 8:00 del 22 febbraio)

Il Portale Servizi Telematici del Ministero della Giustizia comunica l'interruzione dei servizi informatici dell'area civile, compreso il Portale dei Servizi Telematici, dalle ore 17:00 del giorno venerdì 19 febbraio e sino, presumibilmente, alle ore 08:00 del giorno lunedì 22 febbraio c.a.

 

L'interruzione è programmata per consentire l’installazione di modifiche correttive, migliorative ed evolutive sui sistemi del civile.

 

La sospensione dei servizi è prevista tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di appello dell’intero territorio nazionale.

 

Si precisa che, durante l’esecuzione delle attività di manutenzione, rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e saranno, quindi, disponibili le funzionalità relative al deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi.
Durante le summenzionate interruzioni programmate non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici dei distretti coinvolti dal fermo dei sistemi.

Per tutti gli utenti “interni” (Magistrati e cancellieri), durante il periodo di interruzione dei sistemi, non sono disponibili i registri di cancelleria e quindi, per i cancellieri, non sarà possibile procedere all’aggiornamento dei fascicoli, all’invio dei biglietti di cancelleria e all’accettazione dei depositi telematici, mentre non sarà possibile aggiornare i dati dei fascicoli sulla Consolle del Magistrato e sulla Consolle del PM.

Si rammenta che l’attività di manutenzione del Portale dei Servizi Telematici renderà indisponibili tutti i servizi informatici del settore civile e, in particolare:

  • l’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;
  • Il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;
  • tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici;
  • tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni;
  • i pagamenti telematici compreso il pagamento del contributo di pubblicazione di un’inserzione sul Portale delle Vendite
  • l'accesso al Portale Deposito atti Penali per il deposito con modalità telematica di atti penali (v. Bussola Portale Deposito atti Penali)
     

 

 

 

PRECISAZIONE

Durante il succitato periodo di interruzione dei servizi ministeriali, è possibile che si verifichi il mancato accesso ai dati del Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (ReGIndE) eseguito per verificare lo stato del soggetto depositante.
Di conseguenza l'invio di atti telematici potrebbe avere come esito dei controlli automatici l'errore " ERRORE E0401, Il Mittente del messaggio non è autorizzato al Processo Telematico".
Tale situazione è totalmente indipendente dal software di redazione utilizzato.
In questi casi è bene conservare i messaggi PEC contenenti l'errore per l'eventuale richiesta di remissione in termini, consultare le cancellerie e si ritiene necessario, ripetere l'invio.
 
Leggi dopo