Focus

Focus

Sulla sottoscrizione digitale degli allegati all’impugnazione trasmessa a mezzo PEC

30 Giugno 2022 | di Luigi Giordano

Processo penale telematico emergenziale (PPT)

La disciplina introdotta nell’ambito delle norme emergenziali per la proposizione dell’impugnazione a mezzo PEC prevede che gli allegati all’atto, trasmessi dal difensore in copia informatica per immagine, a pena di inammissibilità, debbano essere sottoscritti in modo digitale per conformità all’originale. Si tratta di un irragionevole adempimento formale in grado di limitare le facoltà difensive delle parti ovvero di un adempimento funzionale all’esigenza di certezza della genuinità dei documenti inviati?

Leggi dopo

Risoluzione alternativa delle controversie e piattaforme informatiche

10 Giugno 2022 | di Roberta Metafora

Atti e Documenti 2.0

Il presente contributo esamina brevemente il sistema di risoluzione alternativa delle controversie tramite piattaforme digitali come concepito nei principali paesi stranieri e come realizzato nell'ambito dell'Unione Europea.

Leggi dopo

Luci ed ombre nel DdL sulla riforma tributaria

01 Giugno 2022 | di Massimo Scuffi

Ricorso (tutte le tipologie) e suo deposito (PTT)

La relazione finale della Commissione interministeriale per la riforma della giustizia tributaria aveva individuato come obbiettivi primari tra le azioni direttrici il rafforzamento della specializzazione dei giudici tributari con abbandono del regime part time e l’affermazione della loro indipendenza. Lo schema di disegno di legge sulle disposizioni in materia di giustizia e di processo tributario solo in parte ha raggiunto il primo obbiettivo mentre il secondo è stato pretermesso.

Leggi dopo

Gli atti depositati oltre le ore 12 dell'ultimo giorno utile, in vista dell'udienza pubblica o della camera di consiglio, sono davvero tardivi?

26 Maggio 2022 | di Lorenzo Baldin

Cons. di Stato,

Deposito telematico degli atti delle parti (PAT)

Il tema relativo alla tempestività (o meno) degli atti depositati telematicamente oltre le ore 12 dell'ultimo giorno utile in vista di una udienza camerale o pubblica è ancora lungi dall'essere risolto. Vi è, infatti, ancora un netto contrasto fra chi considera tali atti ammissibili e chi, per converso, li ritiene tardivi.

Leggi dopo

L'acquisizione dei file di log dopo la conversione del decreto sui tabulati

18 Maggio 2022 | di Luigi Giordano

Informatica giuridica e processo telematico

Se sussistono sufficienti indizi di reati per i quali la legge stabilisce la pena dell'ergastolo o della reclusione non inferiore nel massimo a tre anni (e di reati di minaccia e di molestia o disturbo alle persone col mezzo del telefono, quando la minaccia, la molestia e il disturbo sono gravi), ove rilevanti per l'accertamento dei fatti, i dati del traffico telefonico e telematico - esclusi comunque i contenuti delle comunicazioni - sono acquisiti previa autorizzazione rilasciata dal giudice con decreto motivato...

Leggi dopo

Firme elettroniche: tipologie e valore probatorio del documento sottoscritto

11 Aprile 2022 | di Nicola Gargano

Firme

Il presente Focus descrive le diverse tipologie di firma elettronica esistenti secondo il Regolamento eIDAS e analizza il differente valore probatorio che assume il documento sottoscritto, a seconda della diversa firma apposta.

Leggi dopo

Intelligenza artificiale e dati giudiziari: verso una “iurisfera” digitale del procedimento penale (telematico)?

17 Marzo 2022 | di Roberto Patscot, Marco Bisogni

Giustizia Predittiva

L’intelligenza artificiale, tecnologia un tempo impiegata quasi esclusivamente dalle aziende big tech, sta avendo un progressivo impatto sul trattamento dei dati giudiziari. Gli autori analizzano il concreto ed attuale utilizzo delle forme di emulazione del pensiero umano nell’ambito dei sistemi informatizzati giudiziari e del procedimento penale, evidenziando i perimetri e le possibili criticità di un loro uso evolutivo.

Leggi dopo

I profili penali del ransoware

21 Febbraio 2022 | di Ferdinando Brizzi

Informatica giuridica e processo telematico

La crescita esponenziale degli attacchi a sistemi informatici con conseguente richiesta di “riscatto” in criptovalute per sbloccare i dati interroga il “penalista” circa l'idoneità dell'attuale legislazione a fronteggiare questo fenomeno. Sono molti i profili di interesse: chi dovesse pagare il “riscatto” è esente da responsabilità penali? Il dipendente che con la propria condotta rende possibile l'aggressione potrà esserne chiamato a rispondere in sede penale? Queste sono solo alcune delle questioni che il ransoware pone.

Leggi dopo

Il (prossimo) futuro del processo penale telematico: dal progetto Cartabia al PNRR

19 Gennaio 2022 | di Paolo Grillo

Processo penale telematico emergenziale (PPT)

Uno dei punti nevralgici della riforma "Cartabia" è quello che impone, entro un anno dall'entrata in vigore della legge delega, l'adozione di uno o più decreti legislativi con cui le modifiche dovranno essere adottate. Tra queste un posto particolare è riservato al processo penale telematico. Il principio cardine che ispira le future norme dovrà essere quello della obbligatorietà dell'utilizzo di tecniche digitali per il deposito degli atti processuali. Quindi, nella mente del legislatore, si profila uno scenario in cui il rapporto di forza tra analogico e digitale si invertirà.

Leggi dopo

Utilizzazione del contenuto di chat, e-mail, MMS e SMS oggetto di sequestro: osservazioni alla nota della Procura Generale di Trento

20 Dicembre 2021 | di Ferdinando Brizzi

Archivio delle intercettazioni (PPT)

Una recente nota della Procura Generale di Trento, indirizzata ai Procuratori del distretto, ed anche, per conoscenza, all'Avvocato generale nonché agli altri Procuratori Generali presso le Corti d'appello, ha attirato l'attenzione di alcuni commentatori che l'hanno definita “veramente ammirevole” perché, riconoscendo anche per il sequestro probatorio gli stessi criteri di proporzionalità e di adeguatezza operanti per le misure cautelari personali, dimostra non solo sensibilità verso la “riservatezza”, ma esprime anche la necessità di stretta osservanza delle disposizioni processuali in materia di sequestro.

Leggi dopo

Pagine