Focus

Focus su Portale Deposito atti Penali (PPT)

PPT e ultimissimi aggiornamenti: sì al deposito cartaceo in caso di malfunzionamento del Portale Telematico

07 Aprile 2021 | di Paolo Grillo, Laura Piras

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Il CNF, dopo l'inserimento e l'uso nel primo periodo del Portale Deposito Atti Penali, s'è fatto portavoce delle numerose lamentele degli avvocati, giunte da tutta Italia, circa i frequenti malfunzionamenti dello stesso. Il d.l. n. 44/2021 ha introdotto una parziale rivisitazione dell'obbligatorietà dell'utilizzo del Portale Deposito degli Atti Penali, introducendo un'eccezione che consente, al ricorrere dello stato di malfunzionamento del sistema, di procedere al deposito cartaceo di atti e documenti.

Leggi dopo

Processo Penale Telematico: dalla fase emergenziale alla digital transformation della giustizia penale

06 Aprile 2021 | di Valeria Bove, Roberto Patscot

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Il processo penale telematico ha avuto, per l'emergenza sanitaria da COVD 19, un'improvvisa e inaspettata accelerata ed oggi, ad un anno dai primi provvedimenti nati per fronteggiare, anche in campo giudiziario, la grave pandemia, è possibile trarre un primo bilancio: alla luce dell'attuale quadro normativo di riferimento, dopo aver descritto il vero e proprio restyling normativo operato dal Legislatore in relazione agli “istituti digitali” messi in campo nelle Fasi 1 e 2 della pandemia, gli autori analizzano come e se le novità introdotte nel processo telematico vengano applicate nei vari uffici giudiziari, interrogandosi su cosa resterà (o potrebbe restare) del PPT dopo lo stato di emergenza, che è stato prorogato al 31 luglio 2021 dall' art. 6 del d.l. 1 aprile 2021, n.44.

Leggi dopo

La telematizzazione del deposito degli atti nel processo penale

29 Marzo 2021 | di Paolo Grillo

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Con l'emergenza sanitaria da Covid-19, il legislatore ha dovuto dare vita ad un sistema che consentisse agli operatori del “servizio giustizia”, primi tra tutti, agli avvocati, di continuare ad operare. Per raggiungere questo obiettivo è apparso sin da subito chiaro che si sarebbe dovuto lavorare sulle tecniche di deposito degli atti da remoto.

Leggi dopo

Deposito di atti, documenti e istanze nella vigenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19: note a margine del decreto ministeriale 13 gennaio 2021

03 Marzo 2021 | di Antonella Marandola

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Con D.M. del 13 gennaio 2021 la DGSIA ha adottato un nuovo provvedimento contenente le disposizioni relative al deposito telematico degli atti presso gli uffici del P.M. da parte dei difensori...

Leggi dopo

L'appello penale pandemico dopo la legge di conversione: continua la deroga al codice di procedura penale

28 Gennaio 2021 | di Marco Siragusa

Manuale Utente - Portale dei depositi penali.pdf

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Il giorno di Natale 2020 è entrata in vigore la l. 176/2020 con la quale il Parlamento, con voto di fiducia, ha convertito in legge i decreti legge Ristori (il n. 137/2020, il n. 149/2020 e il 157/2020). La tecnica legislativa, esplicitata all'articolo 1 della legge, ha previsto la conversione del decreto legge n. 137/2020 e l'abrogazione degli altri due, il n. 149/2020 e il n. 157/2020. Tuttavia, le norme in materia di giustizia introdotte da quest'ultimi decreti sono state recepite nella legge di conversione con modifiche e alcune, importanti, novità.

Leggi dopo

Conversione in legge del decreto Ristori e analisi delle disposizioni dell’art. 24

15 Gennaio 2021 | di Daniele Grunieri

Legge 18 dicembre 2020, n. 176

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Il decreto Ristori, recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19, è stato convertito in legge n. 176/2021. Per quanto riguarda il settore giustizia, va focalizzata l'attenzione sull'art 24, denominato "Disposizioni per la semplificazione delle attività di deposito di atti, documenti e istanze nella vigenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Leggi dopo