Focus

Focus su Giudizio dinanzi alla Corte Di Cassazione

L'improcedibilità del ricorso in cassazione per omesso deposito della relazione di notificazione

16 Luglio 2021 | di Roberta Metafora

Giudizio dinanzi alla Corte Di Cassazione

Stando all'art. 369 c.p.c., il ricorso per cassazione deve essere depositato nella cancelleria della S.C., a pena di improcedibilità, «nel termine di giorni venti dall'ultima notificazione alle parti contro le quali è proposto». Unitamente al ricorso debbono essere depositati, sempre a pena di improcedibilità, una serie di documenti tra cui, in virtù del comma 2, n. 2 del medesimo art. 369 cit., la «copia autentica della sentenza o della decisione impugnata con la relazione di notificazione, se questa è avvenuta».

Leggi dopo

Il procedimento penale in Cassazione al tempo del coronavirus: una forte spinta verso il processo telematico

01 Aprile 2020 | di Luigi Giordano

Cassazione, decreto 31 marzo 2020, n. 47.pdf

Giudizio dinanzi alla Corte Di Cassazione

Il Focus offre un'analisi dei provvedimenti emanati al fine di gestire l'emergenza epidemiologica, facendo chiarezza sulla forte spinta che c'è stata verso il processo telematico. Il documento illustra anche quanto è stato stabilito, in data 31 marzo 2020, dal Primo Presidente della corte di Cassazione con il decreto n. 47/2020.

Leggi dopo

Il punto sugli oneri di certificazione di conformità nel ricorso per cassazione

08 Febbraio 2018 | di Mauro Di Marzio

Giudizio dinanzi alla Corte Di Cassazione

Ha negli ultimi mesi suscitato ampio scalpore tra i cassazionisti la presa di posizione della Suprema Corte riguardo all’onere gravante sul ricorrente per cassazione, che abbia impugnato un provvedimento depositato o notificato in formato digitale, di depositare a pena di improcedibilità una stampa in cartaceo del provvedimento, e se del caso della relata di notificazione, con la certificazione di conformità del documento analogico a quello digitale. La Corte di cassazione, con due ordinanze pronunciate dalle cd. «sezioni unite di sesta», ha sciolto ogni dubbio sull’effettiva necessità della menzionata certificazione di conformità.

Leggi dopo