Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Deposito telematico: quando si perfeziona?

16 Gennaio 2023 | di Yari Fera

Cass. civ.,

Deposito telematico (PCT)

Secondo un primo orientamento giurisprudenziale tale momento coincide con quello di generazione della ricevuta di avvenuta consegna (c.d. seconda PEC), mentre un secondo orientamento ritiene necessario il completamento dell'intero processo (inclusi i controlli automatici del gestore e manuali da parte della cancelleria) perché vi sia perfezionamento del deposito. E' auspicabile un intervento delle Sezioni Unite.

Leggi dopo

Deposito telematico: le indicazioni date dalla cancelleria sono fonte di affidamento qualificato

09 Gennaio 2023 | di Laura Messina

Cass. civ.,

Rimessione in termini (PCT)

In materia di presupposti per la rimessione in termini, le istruzioni presenti nella terza PEC, nonché le rassicurazioni orali “informali” da parte dei cancellieri, possono ingenerare nella parte la convinzione che il deposito si perfezionerà correttamente e indurlo a non effettuarne uno nuovo.

Leggi dopo

Trasmissione al riesame di atti con un DVD “vuoto”: nessuna conseguenza sull’efficacia della misura cautelare

06 Dicembre 2022 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Comunicazione di atti tra uffici giudiziari in via telematica (PPT)

In tema di misure cautelari, la trasmissione degli atti a sostegno della relativa istanza tramite supporti DVD risultati "vuoti" non comporta l'automatica perdita di efficacia della misura, qualora la trasmissione risulti difettosa e non del tutto mancante.

Leggi dopo

Quali sono gli elementi che differenziano la copia informatica dal duplicato informatico?

30 Novembre 2022 | di Sara Caprio

Cass. civ.

Documento informatico (PCT)

La Cassazione chiarisce la distinzione tra la copia informatica di un documento nativo digitale, che contiene la stringa alfanumerica e la coccarda e il duplicato informatico, che invece è privo di segni grafici ed è ottenuto mediante la memorizzazione, sullo stesso dispositivo o su dispositivi diversi, della medesima sequenza di valori binari del documento originario.

Leggi dopo

Le irregolarità formali possono rendere nulla la notifica telematica di atti e provvedimenti?

29 Novembre 2022 | di Andrea Ricuperati

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La Suprema Corte ribadisce che le mere irregolarità formali del procedimento notificatorio (e delle incombenze ad esso funzionali) non determinano la nullità della notificazione telematica di atti e provvedimenti.

Leggi dopo

Mancata notifica a mezzo PEC a causa della casella piena: quali conseguenze?

02 Novembre 2022 | di Sara Caprio

Cass. Civ.

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

L'avvocato è responsabile della gestione della propria utenza e ha il dovere di procedere alla periodica verifica delle comunicazioni inviategli, per cui la mancata ricezione della notifica per riempimento della casella costituisce circostanza a lui imputabile.

Leggi dopo

Aggravamento della misura di prevenzione: è legittima la trasmissione a mezzo PEC?

27 Ottobre 2022 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Il Questore può avanzare una richiesta di aggravamento della misura di prevenzione a mezzo PEC? In caso di risposta positiva al primo quesito, è tenuto a inviare l'atto all'indirizzo PEC che risulta dal provvedimento del Direttore della DGSIA?

Leggi dopo

Rifiuto del deposito telematico e la necessaria verifica delle ragioni da parte del giudice

25 Ottobre 2022 | di Yari Fera

Cass. civ.,

Deposito telematico (PCT)

Il presente contributo si interroga sulle modalità del deposito telematico, con particolare riguardo al momento perfezionativo e sulle conseguenze di eventuali errori commessi dal depositante.

Leggi dopo

Omessa valutazione dei motivi nuovi inviati a mezzo PEC: il processo è da rifare

11 Ottobre 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen.,

Portale Deposito atti Penali (PPT)

Alla luce della disciplina introdotta dal decreto c.d. Ristori, appare irragionevole la resistenza delle Corti territoriali alla ricezione degli atti di impugnazione tramite deposito telematico, dal momento che tale strumento è ormai equiparato al deposito cartaceo.

Leggi dopo

È inesistente l’impugnazione inviata all’indirizzo PEC sbagliato

04 Ottobre 2022 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Memorie e richieste delle parti mezzo PEC (PPT)

È corretta la declaratoria di inammissibilità del reclamo inviato a un indirizzo PEC sbagliato, ma assegnato al medesimo ufficio?

Leggi dopo

Pagine