Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Nessuna inammissibilità se il software dell'ufficio non è in grado di leggere la firma digitale

19 Settembre 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen.,

Portale Deposito atti Penali (PPT)

L'atto depositato telematicamente è da considerarsi privo di firma digitale quando questa sia del tutto assente o non sia valida. In forza del principio di tassatività, non può, invece, considerarsi mancante o invalida la firma che non venga recepita dal sistema informatico per motivi strettamente tecnici.

Leggi dopo

È possibile comprovare in forma analogica le notificazioni telematiche eseguite prima del 31 marzo 2021?

13 Settembre 2022 | di Andrea Ricuperati

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

La Corte di Cassazione si è interrogata sulla idoneità della sentenza notificata telematicamente a far decorrere il termine breve di impugnazione, nonché sulla validità della prova analogica per l'esecuzione della notifica eseguita a mezzo PEC.

Leggi dopo

Riesame depositato telematicamente a un indirizzo PEC sbagliato: è inammissibile

05 Settembre 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen.,

Memorie e richieste delle parti mezzo PEC (PPT)

La questione riguarda la prevalenza o meno delle disposizioni generali in materia di deposito telematico degli atti sulle norme emergenziali varate durante l'epidemia da Coronavirus e contenute nel c.d. Decreto Ristori (d.l. 137/2020).

Leggi dopo

Il deposito telematico dell'appello cautelare non impedisce di depositarlo anche in forma cartacea, purchè entro il termine dell'art. 310 c.p.p.

20 Luglio 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen.

Comunicazione di atti tra uffici giudiziari in via telematica (PPT)

Se il termine per impugnare è rispettato, deve considerarsi possibile depositare l'appello cautelare in forma cartacea anche dopo averlo depositato per via telematica. Il tutto a condizione che al momento del deposito non sia già intervenuta alcuna decisione in ordine all'impugnazione proposta per prima.

Leggi dopo

Inutilizzabilità delle intercettazioni alla luce delle Sezioni Unite Cavallo e giudizio di revisione

14 Luglio 2022 | di Cesare Parodi

Cass. pen., sez. VI, 3 maggio 2022, (dep. 17 maggio 2022), n. 19429

Archivio delle intercettazioni (PPT)

La Suprema Corte è stata chiamata a esprimersi su una problematica, per certi aspetti, del tutto nuova, dopo che la Corte di appello di Roma aveva dichiarato l'inammissibilità dell'istanza di revisione presentata rispetto a una sentenza di condanna per il reato di corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio.

Leggi dopo

Atti trasmessi via PEC al Tribunale della Libertà: illegittima la declaratoria di inefficacia della misura cautelare

07 Luglio 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen.,

Comunicazione di atti tra uffici giudiziari in via telematica (PPT)

La trasmissione degli atti a sostegno della misura cautelare in vista del giudizio di riesame può ben avvenire anche mediante invio degli stessi a mezzo di posta elettronica certificata.

Leggi dopo

C'è equivalenza giuridica tra firma digitale di singoli file e firma di un archivio zip?

27 Giugno 2022 | di Giuseppe Vitrani

TAR Puglia – Lecce,

Firme

Il TAR Puglia ha chiarito che, in assenza di una espressa previsione del disciplinare di gara che sanzioni il mancato rispetto delle modalità di sottoscrizione dei documenti con l'esclusione, la sottoscrizione con firma digitale di una cartella zip contenente i singoli documenti di offerta non firmati è da ritenersi pienamente valida.

Leggi dopo

Mancanza di un atto nel TIAP: quali le conseguenze?

20 Giugno 2022 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Il gestore documentale TIAP (PPT)

La Cassazione ha chiarito che la mancanza di un atto tra quelli contenuti nel TIAP non consente di affermarne l’inesistenza e l’inutilizzabilità per la decisione, sempre che la difesa non abbia presentato specifica e tempestiva richiesta di acquisizione di tale atto...

Leggi dopo

Il pagamento del contributo per la pubblicazione dell'avviso di vendita sul portale delle vendite pubbliche: omissione e conseguenze

19 Maggio 2022 | di Rinaldo D'Alonzo

Cass. civ.

Portale delle vendite pubbliche

La questione che è stata scrutinata dalla pronuncia in esame attiene all'ambito di applicazione della disposizione di cui all'art. 631-bis c.p.c., (introdotto dal d.l. 83/2015, convertito dalla l. 132/2015) con particolare riguardo alla sua idoneità ad applicarsi anche alle omissioni pubblicitarie diverse da quelle contemplate dal testo della disposizione.

Leggi dopo

Richiesta di riesame depositata telematicamente: l'allegato non necessario e privo di firma digitale non incide sull'ammissibilità dell'impugnazione

02 Maggio 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen.,

Processo penale telematico emergenziale (PPT)

Non costituisce onere del ricorrente la produzione di copia del provvedimento impugnato, sicchè l'eventuale sua allegazione senza sottoscrizione digitale non inficia l'ammmissibilità dell'impugnazione.

Leggi dopo

Pagine