Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Notifiche telematiche (PPT)

Trasmissione di atti tra uffici giudiziari in allegato a PEC: qual è la data di ricezione degli atti?

05 Luglio 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

In tema di impugnazione cautelare, qualora la trasmissione degli atti al Tribunale del riesame avvenga a mezzo PEC, il termine di dieci giorni, previsto per l’adozione del provvedimento a pena di inefficacia dell’ordinanza impugnata, non decorre dal momento della ricezione, all'indirizzo postale, della PEC da parte dell'ufficio giudiziario ricevente, ma da quello dell’effettiva conoscenza degli atti.

Leggi dopo

È possibile trasmettere una memoria via PEC nel processo penale?

22 Maggio 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Nel processo penale, il difensore può trasmettere una memoria al giudice a mezzo PEC? L'impiego di una modalità di trasmissione che esula da quelle contemplate dall'art. 121 c.p.p. e, dunque, irregolare, determina l'irricevibilità dell'atto?

Leggi dopo

Può il difensore trasmettere al giudice un'istanza di rinvio dell'udienza a mezzo PEC?

17 Maggio 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Notifiche telematiche (PPT)

L'istanza di rinvio dell'udienza per legittimo impedimento del difensore deve essere comunicata con atto scritto, trasmesso o depositato nella cancelleria del giudice.

Leggi dopo

Notifica PEC al difensore anche come domiciliatario dell'imputato: è necessaria la consegna di due copie dell'atto?

06 Aprile 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Nel caso in cui si provveda alla notificazione via PEC di un atto presso il difensore, il quale è anche domiciliatario dell'imputato, l'avvocato deve ricevere due copie del medesimo atto (rispettivamente, una in proprio, per l'esercizio delle facoltà difensive, e una come domiciliatario) ovvero è sufficiente l'invio di un'unica e-mail?

Leggi dopo

Atti delle indagini digitalizzati consultabili nel TIAP: nessuna violazione del diritto di difesa

12 Marzo 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

In tema di impugnazione di un provvedimento cautelare, la digitalizzazione degli atti del procedimento penale ed il loro inserimento nel sistema TIAP può determinare una violazione del diritto di difesa?

Leggi dopo

PEC: mezzo idoneo a garantire certezza di ricezione ma più irregolare del fax

30 Gennaio 2018 | di Monica Alessia Senor

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Può la PEC essere considerata un mezzo di comunicazione idoneo e regolare per l'invio in cancelleria di un'istanza di rinvio dell'udienza per legittimo impedimento del difensore? Risponde la Cassazione con la sentenza in commento.

Leggi dopo

Documento allegato alla PEC garantito dal Sistema Notificazioni Telematiche. E le altre PEC di sistema?

17 Gennaio 2018 | di Valeria Bove

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Nel caso in cui il destinatario della notificazione a mezzo PEC proveniente da un ufficio giudiziario deduca che il documento ad essa allegato abbia contenuto diverso da quello che si assume essergli stato trasmesso ovvero che gli sia stato recapitato un atto completamente diverso ovvero un file corrotto o comunque non leggibile, quale valore legale hanno gli allegati al messaggio di posta elettronica certificata?

Leggi dopo

Casella PEC del destinatario “piena”: conseguenze derivanti dall'impossibilità di ricevere la notificazione

12 Gennaio 2018 | di Massimo Scarabello

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

La sentenza in esame riguarda le conseguenze della mancata ricezione della notificazione a mezzo PEC nel processo penale, per i soggetti per cui essa è prevista, in particolare nel caso in cui tale mancata ricezione sia imputabile al soggetto ricevente e non, dunque, al mittente ovvero ad un caso fortuito dovuto al malfunzionamento inevitabile del sistema.

Leggi dopo

La notifica all'imputato mediante PEC al suo difensore non sostituisce anche quella spettante “in proprio” al difensore stesso

06 Dicembre 2017 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

Nel caso di mancanza di elezione o dichiarazione di domicilio da parte dell'imputato, la notificazione dell'atto può avvenire presso il difensore anche a mezzo PEC. In tale evenienza, il difensore conserva il diritto a ricevere un'autonoma notificazione dell'atto o, quanto meno, un'attestazione da cui risulti che la consegna del medesimo è avvenuta anche per consentire l'espletamento del mandato difensivo?

Leggi dopo

Inammissibile il deposito dell'opposizione a decreto penale di condanna via PEC: la Cassazione non convince

28 Novembre 2017 | di Monica Alessia Senor

Cass. pen.

Notifiche telematiche (PPT)

È ammissibile il deposito da parte del difensore di un imputato dell'opposizione a decreto penale di condanna a mezzo di posta elettronica certificata? Risponde alla questione la Cassazione penale con una controversa sentenza.

Leggi dopo

Pagine