Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Richiesta di riesame inviata via PEC oltre l’orario di apertura dell’Ufficio giudiziario: quando decorre il termine per la trasmissione degli atti?

30 Marzo 2022 | di Luigi Giordano

Memorie e richieste delle parti mezzo PEC (PPT)

Nel caso di invio al Tribunale della richiesta di riesame a mezzo PEC oltre l’orario di apertura al pubblico dell’Ufficio giudiziario, il termine ex art. 309, c. 5, c.p.p. per la trasmissione degli atti al tribunale da parte dell’Autorità giudiziaria procedente decorre dal giorno successivo a quello della ricezione della PEC.

Leggi dopo

Giudizio in Cassazione: come assolvere l’onere di deposito di copia conforme della sentenza impugnata?

14 Marzo 2022 | di Nicola Gargano

Cass. civ.,

Giudizio dinanzi alla Corte Di Cassazione

In tema di ricorso per cassazione, fino all'attivazione del processo civile telematico, il difensore del ricorrente assolve all'onere di depositare copia conforme all'originale del provvedimento impugnato, ove non abbia disponibilità della stessa con attestazione di conformità rilasciata dalla cancelleria, estraendo una copia analogica dall'originale digitale presente nel fascicolo informatico ed attestando la conformità dell'una all'altro.

Leggi dopo

La Cassazione torna sulla presentazione dell'impugnazione cautelare a mezzo PEC

04 Marzo 2022 | di Luigi Giordano

ass. pen.,

Processo penale telematico emergenziale (PPT)

In tema di impugnazioni presentate a mezzo PEC, la previsione dell'art. 24, comma 6-quinquies, deroga al disposto dell'art. 309, comma 4, c.p.p., che rinvia alle forme previste dagli artt. 582 e 583 c.p.p., non permettendo l'invio dell'impugnazione cautelare all'indirizzo di posta elettronica certificata del giudice che ha emesso il provvedimento.

Leggi dopo

La Corte di cassazione sulla disciplina transitoria della riforma delle intercettazioni

15 Febbraio 2022 | di Luigi Giordano

Cass. pen., sez. VI,

Archivio delle intercettazioni (PPT)

L'art. 9 del d.lgs. n. 216 del 2017, come modificato dall'art. 1 del d.l. n. 161 del 2019 e art. 1 del d.l. n. 28 del 2020, secondo cui le norme che hanno riformato la disciplina delle intercettazioni si applicano ai procedimenti penali iscritti dopo il 31 agosto 2020, ha introdotto una deroga al principio generale del tempus regit actum...

Leggi dopo

Tempo delle notificazioni telematiche

01 Febbraio 2022 | di Massimo Romeo

CTR Lombardia, Milano

PEC, notifica del ricorso/appello e comunicazioni delle Segreterie (PTT)

La notificazione degli atti processuali tramite posta elettronica certificata si perfeziona per il notificante nello stesso giorno di trasmissione anche se la ricevuta di accettazione viene generata fra le ore 21 e le ore 24. Tale previsione si applica anche retroattivamente, fatte salve le situazioni giuridiche consolidate...

Leggi dopo

Intercettazioni e vincolo di continuazione tra reati: la Cassazione interviene sul regime di utilizzabilità

26 Gennaio 2022 | di Vittorio Bratti

Cass. pen., sez. V,

Archivio delle intercettazioni (PPT)

Secondo la disciplina applicabile ai procedimenti iscritti fino al 31 agosto 2020, antecedente alla riforma introdotta dal d.lgs. 29 dicembre 2017, n. 216, come modificato dal d.l. 30 aprile 2020, n. 28, convertito dalla l. 25 giugno 2020 n. 70, i risultati delle intercettazioni telefoniche autorizzate per un determinato fatto-reato sono...

Leggi dopo

Deposito telematico privo di allegati: l’onere di controllare la completezza del deposito spetta all’avvocato o al cancelliere?

25 Gennaio 2022 | di Roberta Giorsino

Corte App. Palermo,

Deposito telematico (PCT)

Alla luce del dovere di autoresponsabilità dell'Avvocato, la Corte d’Appello di Palermo ha chiarito che anche in caso di accettazione di un deposito telematico privo di allegati, è onere del difensore, e non del Cancelliere, il controllo della regolarità e della completezza di quanto depositato.

Leggi dopo

Tempo delle notificazioni eseguite con modalità telematiche

17 Gennaio 2022 | di Sergio Matteini Chiari

Cass. civ.,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

In applicazione della generale regola della scissione soggettiva degli effetti della notificazione, la notifica telematica si perfeziona nei confronti del mittente il giorno stesso in cui è eseguita se la ricevuta di accettazione viene rilasciata entro le ore 24.00.

Leggi dopo

Notificazione via PEC, mancata generazione della ricevuta di consegna e necessità di nuova notificazione dell'atto di impugnazione

10 Gennaio 2022 | di Luca Sileni

Cass. civ., sez. III,

Notifica in proprio a mezzo PEC (PCT)

In caso di notificazione a mezzo PEC di un atto di impugnazione, qualora la casella del destinatario risulti piena e – come tale – non in grado di ricevere il messaggio di posta elettronica, parte notificante dovrà attivarsi tempestivamente per procedere ad una nuova notifica con le modalità ordinaria di cui agli artt. 137 e ss. c.p.c.

Leggi dopo

Impugnazioni via PEC prima e dopo la conversione del Decreto Ristori: i chiarimenti della Cassazione

03 Dicembre 2021 | di Fabrizio Testa

Cass. pen.,

Processo penale telematico emergenziale (PPT)

In tema di impugnazioni, la legge di conversione del c.d. “Decreto Ristori” consente il deposito a mezzo PEC degli atti di impugnazione di qualsiasi tipo, degli atti di opposizione e dei reclami giurisdizionali proposti successivamente alla data della sua entrata in vigore, mentre conservano efficacia...

Leggi dopo

Pagine