News

News su Domicilio digitale

Le linee guida pubblicate dall’AGID per il domicilio digitale

23 Settembre 2021 | di Redazione scientifica

Domicilio digitale

L’Agenzia per l’Italia digitale ha pubblicato le linee guida relative alle modalità di realizzazione e gestione operativa dell’INAD (indice nazionale dei domicili digitali delle persone fisiche, dei professionisti e degli altri enti di diritto privato non tenuti all’iscrizione in albi, elenchi o registri professionali o nel registro delle imprese).

Leggi dopo

Domicilio digitale: ai fini processuali deve essere indicata una PEC censita nel ReGIndE

25 Maggio 2021 | di Redazione scientifica

Cass. sez. lav.,

Domicilio digitale

Non è idonea a determinare la decorrenza del termine breve per l’appello la notificazione della sentenza effettuata ad un indirizzo PEC diverso da quello inserito nel ReGIndE e comunque non risultante dai pubblici elenchi, ancorchè indicato dal difensore nell’atto processuale.

Leggi dopo

La Cassazione ribadisce la prevalenza del domicilio digitale

01 Aprile 2021 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Domicilio digitale

A seguito dell’istituzione del domicilio digitale, le notificazioni indirizzate alla parte devono essere eseguite con preferenza presso esso, rispetto ad altre forme di domiciliazione previste dall’ordinamento.

Leggi dopo

L'unico indirizzo PEC rilevante ai fini processuali è quello che il difensore ha indicato all'Ordine di appartenenza

18 Febbraio 2021 | di Redazione scientifica

Cass. civ.

Domicilio digitale

Oggi l’unico indirizzo PEC rilevante ai fini processuali è quello che il difensore ha indicato al Consiglio dell’Ordine di appartenenza (c.d. domicilio digitale). Inoltre, il difensore non ha più l’obbligo di indicare tale indirizzo nell’atto di parte, dovendo indicare, piuttosto, il proprio codice fiscale, valendo questo come criterio di univoca individuazione dell’utente SICID.

Leggi dopo

Domicilio digitale: vi è equipollenza tra le risultanze del ReGIndE e dell’INI-PEC

08 Febbraio 2021 | di Redazione scientifica

Domicilio digitale

Con l’istituzione del c.d. domicilio digitale, le notificazioni e comunicazioni degli atti giudiziari, in materia civile, sono ritualmente eseguite presso un indirizzo di posta elettronica certificata, estratto indistintamente dal registro denominato INI-PEC e da quello denominato ReGINdE.

Leggi dopo

Valida ed efficace la notifica dell’ordinanza ingiunzione eseguita dalla P.A. nel domicilio eletto presso l’avvocato

23 Dicembre 2020 | di Alessandro Villa

Cass. civ.,

Domicilio digitale

L’Amministrazione ha la facoltà di notificare l’ordinanza ingiunzione nel domicilio eletto presso lo studio dell’avvocato nel corso del procedimento amministrativo che precede l’emissione dell’ordinanza stessa.

Leggi dopo

Il principio dell'elezione del domicilio digitale ed il suo valore per le notificazioni

05 Agosto 2020 | di Samantha Mendicino

Cass. civ.,

Domicilio digitale

Il diritto di difesa ed il diritto della scelta volontaria della parte permettono l’estensione alla materia delle notificazioni del principio secondo cui l'elezione del domicilio digitale ha valore vincolante?

Leggi dopo

Onere di diligenza nella notifica telematica: come comportarsi se l’avvocato di controparte erra nell’indicare il proprio indirizzo PEC?

28 Maggio 2020 | di Samantha Mendicino

Cass, civ.,

Domicilio digitale

In seguito all'introduzione del domicilio digitale, è valida la notifica della sentenza di primo grado inviata al difensore della parte avversa soltanto se la stessa è eseguita presso l'indirizzo PEC risultante dall'albo professionale di appartenenza.

Leggi dopo

Indicazione dell’indirizzo PEC ed elezione di domicilio

05 Febbraio 2020 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Domicilio digitale

L’indicazione della PEC non rende inapplicabile l’intero insieme delle norme e dei principi sulla domiciliazione nel giudizio, posto che la posta elettronica certificata costituisce oggetto di un’informazione di carattere aggiuntivo finalizzata alle comunicazioni di cancelleria, e che è destinata a surrogarsi, anche agli effetti della notifica degli atti, ad una domiciliazione mancante, ma non già a prevalere su di una domiciliazione che il difensore abbia volontariamente effettuato.

Leggi dopo

Indirizzo PEC errato ma riferibile al destinatario: quale sorte per la notifica?

11 Novembre 2019 | di Redazione scientifica

Cass. civ.,

Domicilio digitale

La notifica effettuata utilizzando un indirizzo PEC errato ma comunque riferibile al destinatario non determina alcuna inesistenza, ove l’atto raggiunga comunque la persona fisica o giuridica. In un caso simile, pertanto, il notificante è legittimato ad essere rimesso in termini.

Leggi dopo

Pagine